04:27 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
505
Seguici su

In una lettera aperta il fondatore di Emergency ammette di essere stato contattato dal governo per un suo coinvolgimento nella gestione dell’emergenza sanitaria in Calabria, ma di non aver ricevuto finora alcuna proposta formale.

Era stato lo stesso presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a contattare Strada dopo le polemiche sulla nomina del nuovo Commissario per la Sanità della Calabria, Giuseppe Zuccatelli, subentrato a Saverio Cotticelli che in un’intervista televisiva aveva ammesso di non aver predisposto il piano di emergenza per la seconda ondata di coronavirus. Anche Zuccatelli è finito nella bufera solo poche ore dopo la nomina per un video in cui sosteneva l’inutilità della mascherina.

“Una settimana fa ho ricevuto la richiesta da parte del Governo di impegnarmi in prima persona per l’emergenza sanitaria in Calabria. Ho chiesto alcuni chiarimenti sul mandato e sulle modalità di lavoro, ponendo una condizione fondamentale: non sono disponibile a fare il candidato di facciata né a rappresentare una parte politica, ma metterei a disposizione la mia esperienza solo se ci fossero la volontà e le premesse per un reale cambiamento. Ho sentito qualche commentatore dire che, dopo tanti giorni, dovrei ‘decidere se accettare o meno l’incarico'. Non sono in questa condizione perché dopo quei primi colloqui non mi è stata fatta alcuna proposta formale”, ha scritto il fondatore di Emergency sulla propria pagina Facebook. 

Strada sottolinea di non avere “nulla da recriminare nei confronti del governo che ha ovviamente facoltà di scegliere il candidato che ritiene più adatto a questo incarico”, ma di non voler “alimentare l’equivoco di una mia indecisione: da medico, ritengo che in un momento di grave emergenza sanitaria per il nostro Paese, tutti debbano dare una mano e con questo spirito avevo messo a disposizione il lavoro mio e di Emergency, che già opera da 15 anni in molte regioni italiane, Calabria inclusa”.

Sileri: Strada? Ha fatto cose straordinarie nella sua vita

Ieri, il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha ipotizzato “un possibile passo indietro di Zuccatelli” e “un supporto, anche esterno, nella gestione dell’emergenza” in Calabria. 

“Non è peregrino immaginare che Zuccatelli possa decidere di fare un passo indietro e che si individui un’altra figura di alto profilo. Valuto le persone dai risultati del loro lavoro, ma il suo è apparso un profilo divisivo e quelle ripetute sortite sulle mascherine possono avere gravi ripercussioni in un momento in cui i messaggi da dare ai cittadini sui comportamenti corretti da assumere devono invece essere chiari”, ha detto Sileri in un’intervista a La Stampa.

Poi interpellato su Gino Strada ha risposto: “Gino Strada ha fatto cose straordinarie nella sua vita. Forse un suo supporto, anche esterno, potrebbe essere utile nella gestione dell’emergenza”.

Spirlì contro Strada: non ci servono "missionari africani"

Contro la nomina di Strada, si è però espresso il governatore facente funzioni della Calabria, Nino Spirlì, secondo cui la regione non ha bisogno di “missionari africani”. "In Calabria ci sono fior di professori - ha detto Spirlì - si cerchi qui chi si deve occupare della sanità calabrese, non abbiamo bisogno di essere schiavizzati nella nostra sanità, è una vergogna a cui il governo deve mettere fine". 

La Calabria zona rossa

In Calabria la Sanità è commissariata da quasi 11 anni. La regione è stata classificata dal governo come zona rossa in base ai 21 parametri che definiscono il livello di rischio a fronte della pandemia di coronavirus, scatenando forti proteste. La regione ha impugnato il provvedimento, ma il Tar del Lazio ha respinto l'ordinanza di sospensione. 

“Nel frastuono delle tante voci di questi giorni, ho avuto anche l’occasione di sentire la fiducia e la voglia di fare di tanti cittadini, calabresi e non, infermieri e medici e rappresentanti delle istituzioni, che ringrazio per il sostegno e per l’apprezzamento che hanno dimostrato per il lavoro mio e di Emergency", ha concluso Strada.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook