04:19 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
301
Seguici su

Il responsabile di questo efferato omicidio è stato assicurato alla giustizia dai Carabinieri del Comando provinciale di Messina grazie all'ausilio delle immagini delle videocamere di sorveglianza.

Uccidere per 650 euro. Con quest'accusa è stato arrestato nelle scorse ore Ettore Rossitto, un uomo di 56 anni di Milazzo, in provincia di Messina, che si era reso protagonista di un efferato omicidio ai danni di un 73enne. Lo riferisce Il Messaggero.

Giovanni Salmieri, questo il nome della vittima, era stato brutalmente ucciso il 28 del mese di luglio con 11 coltellate e il suo corpo era in seguito stato dato dalle fiamme in una discarica.

Dopo alcuni mesi di indagini, i Carabinieri del Comando provinciale di Messina sono riusciti nell'intento di incastrare l'assassino, grazie alle telecamere dei sistemi di videosorveglianza, che hanno immortalato l'automobile del Rossitto mentre questa si stava allontanando dal luogo dove il cadavere della vittima è stato dato alle fiamme.

Rossitto, hanno riferito gli inquirenti, il giorno dell'omicidio attirò la vittima vicino ad un ufficio postale con la scusa di dargli un passaggio per portarlo poi alle sponde del fiume Mela, dove colpì con 11 coltellate per poi dare fuoco al corpo in una discarica.

 

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook