03:25 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
210
Seguici su

Maurizio Landini chiede alle altre parti sociali e al Governo di cambiare il modello di produzione industriale e di non pensare che si possa tornare all'epoca pre-Covid, perché le cose già non andavano bene.

Il segretario di Cgil Maurizio Landini parla di un nuovo modello produttivo per rilanciare l’Italia presentando, a ‘Uno Mattina’ su Rai 1, l’evento Cgil Futura 2020 in corso al Teatro Brancaccio di Roma.

“Credo sia il momento di confrontarsi, di ascoltarsi e di decidere assieme”, dice Landini che chiede agli altri attori sociali e al Governo – all’evento ha partecipato anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – “di ridisegnare e riprogettare il nostro Paese”.

Ridisegnare e riprogettare, afferma Landini, tenendo conto che “non si può tornare a prima del Covid, bisogna cambiare il nostro modello di produzione e di sviluppo. Perché prima del Covid già le cose non andavano bene”.

E per cose che non andavano bene Landini intende il lavoro precario, l’evasione fiscale, e le tante cose che non funzionano in Italia e che la pandemia ha mostrato in maniera ancora più evidente.

Come si fa ripartire il Paese? Secondo Landini esiste una sola via: “Far ripartire gli investimenti pubblici e privati”.

Cgil Futura 2020: la diretta web

In corso la diretta web su YouTube dell'evento Cgil Futura 2020 dedicato al lavoro, all'innovazione e all'ambiente.

Tags:
Lavoro, Maurizio Landini, CGIL
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook