21:10 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
310
Seguici su

La Guardia di Finanza di Palermo ha scoperto un usuraio che dava denaro in prestito chiedendo poi fino al 200% degli interessi sul prestito effettuato.

Vittorio Bullara, di anni 64 e residente a Misilmeri (Palermo), di “professione” faceva lo strozzino. Ai suoi “clienti” non si limitava a dare solo soldi, ma gli pagava anche l’acquisto del necessario per i matrimoni dei figli e delle figlie, dei vestiti per i battesimi.

Bullara garantiva lui, salvo poi chiedere ai malcapitati la restituzione del debito con l’aggiunta di tassi che andavano dal 30% al 200%.

La Guardia di Finanza di Palermo ha scoperto lo strozzino attraverso intercettazioni telefoniche, attività di pedinamento con riprese fotografiche e video per testimoniare la sua attività e analizzando i suoi flussi finanziari.

Durante le perquisizioni nella sua abitazione a Misilmeri sono stati rinvenuti 30 mila euro in contanti e dei fogli che costituiscono la rendicontazione dell’attività di usuraio svolta ai danni delle vittime.

Secondo quanto contabilizzato dalle Fiamme Gialle, l’uomo avrebbe accumulato un patrimonio illecito pari a 500 mila euro che avrebbe diversificato in un panificio, acquistando appartamenti a Misilmeri, investendo in polizze assicurative e comprando un terreno che gli è stato sequestrato.

Tags:
Guardia di Finanza
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook