04:26 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
5 0 0
Seguici su

Giuseppe Tiani, segretario nazionale del sindacato di polizia Siap, in seguito alle polemiche per la presentazione di un 'rimedio' israeliano contro il coronavirus alla commissione Affari costituzionali della Camera ha presentato le dimissioni come presidente dell'agenzia regionale che gestisce appalti sanitari.

Giuseppe Tiani non è più il presidente di InnovaPuglia.

Troppe le polemiche che hanno fatto seguito alla sua presentazione di un ciondolo anti-batterico, "che inibisce qualsiasi virus di segno positivo", davanti alla commissione Affari costituzionali della Camera.

Salito alla ribalta come una sorta di Wanna Marchi, a cui è stato associato su Twitter con un hashtag divenuto di tendenza, Tiani ha deciso di lasciare il suo incarico a un anno esatto dalla sua nomina. 

Il segretario del Siap aveva comunque provato a trarsi d'impaccio dalla situazione affermando di non aver presentato il 'suo' ciondolo come un rimedio anti-Covid. 

"Non ho mai messo il ciondolo in relazione al Covid ma l'ho presentato nell'ambito di un discorso in cui si parlava delle tutele operative dei poliziotti che operano in situazioni particolari", si è giustificato.

Ma le sue parole non sono state in grado di arginare il polverone che l'ha travolto.

Soltanto ieri aveva perorato la causa del ciondolo alla commissione Affari costituzionali della Camera, per attirarsi subito un profluvio di critiche, dal virologo Burioni al Ministro Bellanova fino all'eurodeputato di Sud in Testa Andrea Caroppo.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook