03:12 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
212
Seguici su

Nave Open Arms conduce una operazione di salvataggio in mare per il recupero di circa 100 persone che erano a bordo di un gommone. Sarebbero almeno 5 i morti.

Sono quasi terminate le operazioni di soccorso in mare di 100 persone da parte della nave della ong Open Arms e risultano essere almeno cinque quelle decedute durante il naufragio.

Lo riporta la stessa organizzazione non governativa, che informa dell’ausilio sanitario fornito dall’equipe medica a “tutte le persone tratte in salvo”.

Il presidente di Open Arms Italia Riccardo Gatti via Facebook fa sapere che i circa 100 migranti viaggiavano a bordo di un gommone da almeno due giorni. Il fondo del gommone ha ceduto facendo scivolare in mare tutte le persone presenti a bordo.

Gatti riferisce anche che purtroppo sono da soli in questa operazione e che stanno intervenendo con le loro due lance rapide e le sei persone del soccorso di cui la nave Open Arms è dotata.

Secondo Gatti va ripristinato il soccorso in mare da parte dei governi come avveniva fino a pochi anni fa, inoltre servono corridoi umanitari come vie sicure di fuga.

Video dei soccorsi in mare

In un video diffuso dal quotidiano Avvenire si vedono alcune fasi del soccorso in mare dei migranti. Si nota come le due lance veloci hanno dispiegato in acqua dei gonfiabili per consentire ai naufraghi di aggrapparsi, mentre i migranti in acqua sembrano in gran parte dotati di un giubbotto salvagente.

Tags:
Flusso migranti, Crisi dei migranti, quote migranti, Migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook