03:53 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
304
Seguici su

La festa dei single, nata negli anni '90 in Cina, è stata trasformata in una giornata di sconti online dal colosso dell'e-commerce cinese Alibaba, che nel 2019 ha fatturato 38 miliardi di dollari in un solo giorno. Per questo ora anche le aziende italiane puntano ai "cuori solitari" cinesi.

Non ci sono solo Black Friday e Cyber Monday. In Cina la giornata dedicata allo shopping online è il Single’s Day. La festa dei single è nata negli anni ’90 e si festeggia l’11 novembre con party, karaoke e soprattutto regali a sé stessi.

Per questo il giorno dei cuori solitari si è trasformato presto in un’occasione ghiottissima per i colossi dell’e-commerce. A fiutare l’affare per primo, nel 2009, è stato Alibaba, che in poco tempo ha trasformato il Single’s Day nella versione cinese del Black Friday. Così ogni 11 novembre milioni di persone si connettono per approfittare degli sconti sul web.

Il volume d’affari è da capogiro. Secondo i dati pubblicati dall’Agi lo scorso anno soltanto la piattaforma di Jack Ma ha fatturato 268,44 miliardi di yuan, l’equivalente di 38,37 miliardi di dollari. Per avere un’idea, Amazon ne ha incassati 7.4 durante il Black Friday e 9,2 durante il Cyber Monday.

E nel primo Single’s Day in tempo di pandemia sono molte le aziende, anche italiane, che puntano al mercato cinese dello shopping online, dall’elettronica al settore del lusso. Non a caso Alibaba, che quest’anno ha allargato la sua piattaforma con 2milioni di nuovi prodotti, ha incluso soprattutto marchi occidentali.

A farla da padrone sono i luxury brands che in occasione del Single’s Day cinese promuovono decine di iniziative: dalle vendite flash alle collezioni limited edition.

E quest’anno la giornata dei single, complice la ripresa dei consumi post-Covid, promette di far segnare nuovi record. In Cina, infatti, secondo le fonti citate dall’Agi, i “consumi di fascia alta” sono aumentati vertiginosamente dopo il periodo di chiusure forzate, con i fatturati delle grandi maison di moda che sono tornati ai livelli pre-pandemia.

A spendere sono soprattutto i cosiddetti “nuovi ricchi”, in aumento dell’1 per cento in Cina. E poi gli appassionati di streetwear e “drop collection”, quelli disposti a spendere anche migliaia di euro per un paio di sneakers limited edition.

Quest’anno a poter approfittare degli sconti dedicati sono anche i clienti italiani. E infatti basta navigare velocemente sul web per trovare una marea di offerte per l’anti-San Valentino.

Correlati:

Pronti per i saldi di fine stagione: le 5 regole auree dello shopping
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook