03:21 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 48
Seguici su

Maggiori restrizioni da oggi in 5 Regioni italiane che transitano in area arancione, dopo la decisione del Ministro della Salute Roberto Speranza. Bolzano è in zona rossa.

Il contagio in Italia corre e così da oggi in 5 regioni italiane si applicheranno misure più restrittive seguendo il modello delle zone colorate adottate dal governo con il dpcm dello scorso 3 novembre.

Basilicata, Abruzzo, Liguria, Toscana e Umbria passano così dalla zona gialla alla zona arancione, mentre la Provincia autonoma di Bolzano passa nella zona rossa.

“Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sentiti i Presidenti delle Regioni interessate, ha firmato l'Ordinanza che individua le Regioni che in base all’analisi dei dati epidemiologici sulla diffusione dell’epidemia e agli scenari di rischio certificati nel report dell’Istituto superiore di sanità, passano dall'area gialla a quella arancione e rossa”, si apprende da un comunicato pubblicato dalla Ministero della Salute nella serata di martedì 10 novembre.

Ripartizione aggiornata dell’Italia nelle varie aree colorate

Al momento la situazione aggiornata sulla ripartizione delle regioni nelle diverse aree è come segue:

  • Area/zona gialla: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto.
  • Area/zona arancione: Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria.
  • Area/zona rossa: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano.

Le decisioni sulla Campania

Sulla Campania è per ora stallo apparente, il Cts e l’Iss hanno inviato dei tecnici in loco per capire la situazione da vicino, ma non si sono per ora pronunciati.

Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, intanto, intervistato martedì da SkyTg24 ha detto: “Non possiamo rimanere inerti di fronte a questo atteggiamento pilatesco. La situazione è drammatica e ancora non è stata sciolta la riserva. Questa situazione non può andare avanti, non vorrei che si intervenisse in ritardo”, lo riporta Il Messaggero.

La posizione di De Luca

Vincenzo De Luca ha espresso la sua posizione in merito alla scelta della collocazione della regione che governa, utilizzando la sua pagina personale su Facebook.

“Vedo che sugli organi di informazione si è creata un’attesa di decisioni riguardanti la Regione Campania. La collocazione di fascia della Campania è già stata decisa ieri (9 novembre, ndr), a fronte della piena rispondenza dei nostri dati a quanto previsto dai criteri oggettivi fissati dal ministero della Salute”, scrive De Luca.

Che poi ha aggiunto: “Ho sollecitato io un’operazione trasparenza, pubblica e in tutte le direzioni, per eliminare ogni zona d’ombra, anche fittizia. Dunque, non c’è più nulla da decidere e da attendere.”

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook