03:00 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Sabato in arrivo un’ordinanza che istituisce un lockdown duro in Alto Adige. Didattica a distanza a partire dalle scuole medie e test antigenici per 350 mila persone, circa il 67% della popolazione residente.

Da sabato fino al 28 novembre l'Alto Adige vivrà una situazione molto simile al lockdown di primavera.

Lo ha deciso il presidente della provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher, dopo aver decretato tutto il territorio zona rossa in seguito alla grave situazione sia di contagio sia di pressione sugli ospedali, in particolare sulle terapie intensive.

Attualmente il numero di infetti nell'area è di 7.805, di cui 2.394 a Bolzano e 517 a Merano.

Il nuovo provvedimento, che sarà emanato entro giovedì, mira a limitare ulteriormente i contatti sociali e gli spostamenti.

Previste ulteriori limitazioni per i negozi che possono rimanere aperti e anche per i posti di lavoro, per i servizi mensa, per gli studi professionali (che non potranno ricevere clienti in persona) e per i cantieri (che non potranno iniziare nuovi lavori).

Da lunedì 16 ci sarà il ritorno della didattica a distanza a partire dalle scuole medie.

Scuole dell'infanzia ed elementari chiuse per una settimana tranne che per i figli di genitori occupati in settori essenziali come medici, infermieri, lavoratori nella protezione civile e insegnanti impegnati nelle lezioni in presenza.

Il ritorno dell'insegnamento in presenza nei Comuni in cui oltre l'80% della popolazione sarà stato testato è previsto già nella seconda settimana.

A proposito di test, si è scelto di seguire seguire l'esempio della Slovacchia effettuando test antigenici a tappeto, che forniranno l'esito in pochi minuiti. Da venerdì 20 a domenica 22 l'obiettivo è quello di sottoporli a 350 mila persone (circa il 67% della popolazione residente), un'operazione, come ha spiegato Kompatscher, "per capire dove c'è il virus, un'iniziativa massiccia che vedrà impegnati diversi enti e per quanto abbiamo già parlato con i Comuni".

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook