22:07 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
230
Seguici su

I medici di famiglia di Napoli chiedono il lockdown per contrastare la diffusione del Coronavirus e abbattere la curva epidemiologica. Non trovano altra soluzione a una situazione allarmante.

Per la Campania chiedono “il massimo contenimento contro il Coronavirus” i medici di medicina generale che assistono a livello territoriale i cittadini campani.

A chiederlo è Silvestro Scotti intervistato da Sky TG24, che sul basso tasso di mortalità spiega che in Campania da anni si registra una “aspettativa di vita minore” e che questo porta a dati falsati.

Dalla Campania, quindi, si levano continuamente richieste di chiudere mentre al Ministero della Salute hanno ritenuto che la Regione potesse essere classificata zona gialla dal nuovo sistema di classificazione dell’emergenza sanitaria sul territorio nazionale.

In molti ritengono che il ministero di sia basato su dati vecchi e non in linea con quanto accade in alcune zone della Regione, e in primis a Napoli e provincia dove gli ospedali sono pesantemente impegnati da continui arrivi di casi Covid-19 che richiedono cure mediche.

La cabina di regia e il Cts decidono le sorti della Campania

Quest’oggi la cabina di regia e il Comitato tecnico scientifico del Ministero della Salute si dovrebbero riunire per discutere della situazione sanitaria in Campania, prendendo come riferimento i 21 parametri stabiliti nel dpcm del 3 novembre.

L’invito dei medici di famiglia è a tenere in considerazione le peculiarità della Regione Campania, con una età media più bassa del resto d’Italia e quindi una popolazione più giovane, oltre a una più bassa aspettativa di vita. Fattori che se non presi in considerazione potrebbero far percepire la situazione in maniera distorta.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook