18:56 25 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
146
Seguici su

Come trascorreremo il Natale 2020? Il Governo prevede una misura apposita che proverà non si sa come a imporre cene e ritrovi solo con i parenti più stretti: fratelli e sorelle.

Che non sarebbe stato un Natale di “baci e abbracci” il presidente del Consiglio Giuseppe Conte lo aveva anticipato presentando l’ultimo dpcm, il quale ha diviso l’Italia in zone colorate in base all’intensità di diffusione del contagio che tiene conto di 21 parametri.

Come sarà quindi il Natale 2020? Gli italiani devono attendersi un provvedimento del Governo, in fase di studio, che servirà ad evitare che nelle case si assembrino nuclei familiari eterogenei. Fattore che potrebbe agire da detonatore per una nuova e più pesante diffusione del coronavirus, con effetti immaginabili.

La sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa ne ha parlato con il quotidiano La Stampa assicurando che non trascorreremo “un Natale solitario, ma che le famiglie” potranno “riunirsi nel nucleo ristretto, parenti di primo grado, fratelli e sorelle”. Niente zii e cugini a tavola durante le festività natalizie, quindi, benché meno amici o parenti più alla lontana.

Questa la misura a cui punta il Governo per evitare che il Natale si trasformi in un maxi momento di diffusione della pandemia. Certamente le perdite economiche saranno devastanti, secondo il Censis di almeno 25 miliardi di euro.

“La gran parte delle restrizioni attuali è bene che restino, magari con un allentamento del rigore per alcuni esercizi”, dice ancora il sottosegretario Zampa.

Quando arriva il vaccino Covid-19 in Italia?

Il sottosegretario alla Salute afferma che il vaccino arriverà “prima di giugno” e che “l’Italia ne ha fatto un ordinativo che basta a coprire tutta la popolazione”, dal momento che sono state prenotate 70 milioni di dosi del vaccino anti Sars-CoV-2.

Anche se non specifica quale vaccino sarà somministrato agli italiani tra i tanti ancora in fase sperimentale, il segretario Zampa informa che il costo del vaccino Covid-19 sarà “bassissimo, sotto i 5 euro”.

Per quanto riguarderà la vaccinazione si partirà “dagli operatori socio-sanitari, forze dell’ordine, anziani, tutti i lavoratori fragili”.

In un momento successivo gli italiani restanti verranno vaccinati “per classi di età: verrà fissato un criterio e si arriverà velocemente a tutti”, ha rivelato il sottosegretario Zampa al quotidiano La Stampa.

Medici di base e cura a casa malati Covid-19

A proposito della cura a casa dei malati Covid-19, il sottosegretario parla di “situazioni scandalose” in cui “spesso si rimpallano le colpe e dispiace doverlo dire visto che non mancano tanti buoni esempi” dice ricordando che “i sindacati hanno firmato nel rinnovo del contratto un accordo per fare tamponi”.

Ed inoltre Zampa avverte che i medici di famiglia “sono tenuti a fare tamponi e visite a casa su richiesta e in caso di inadempienza può essere gettata alle ortiche la convenzione” che hanno con l’Azienda sanitaria locale.

Tags:
Natale, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook