04:03 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
203
Seguici su

Morto a Roma il presidente di Unicef Italia Francesco Samengo, era ricoverato da giorni allo Spallanzani di Roma perché colpito dalla pandemia che ne ha provocato il decesso.

Il presidente di Unicef Italia, Francesco Samengo, è morto a Roma colpito dal Covid-19. La morte, scrive Unicef Italia, è avvenuta a Roma nella serata di lunedì 9 novembre.

“Con profonda tristezza l’UNICEF Italia saluta l’amato Presidente Francesco Samengo”, scrivono nel comunicato stampa ricordandolo come “guida sicura” e per la sua “abnegazione e instancabile costanza, uno sprone a dare sempre il meglio di noi nel perseguire la causa dei diritti dei bambini in Italia e nel mondo.”

Samengo era presidente dal 2018 ed era ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma da alcuni giorni a causa delle complicazioni causate dalla malattia Covid-19.

Unicef Italia ne ricorda il pensiero e il lavoro a sostegno dei diritti dei bambini e dei giovani in Italia e nel mondo.

“Francesco Samengo si è sempre distinto per l’enorme sensibilità e la ferma convinzione che realizzare un mondo migliore significhi innanzitutto prendersi cura dei più vulnerabili e indifesi, in particolare i bambini, senza lasciare indietro nessuno.”

Le reazioni politiche e non solo

Il ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha fatto pervenire all’Unicef Italia il suo cordoglio per la scomparsa del presidente.

“@UNICEF_Italia, con la scomparsa del suo presidente Francesco Samengo, perde oggi una guida, un uomo generoso e altruista, da sempre impegnato nella difesa dei diritti dei bambini e dei più fragili. Mi stringo alla sua famiglia e alla comunità Unicef.”

​Anche il Capo della Polizia di Stato ha espresso il suo profondo cordoglio per la scomparsa di Francesco Samengo, presidente di Unicef Italia.

“Il #CapodellaPolizia Gabrielli esprime profondo cordoglio, per la scomparsa Presidente @UNICEF_Italia Francesco Samengo, ai familiari e a tutto il comitato “a cui la #PoliziadiStato è legata da anni per il bene dei più indifesi”

Tags:
UNICEF
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook