07:32 02 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
7228
Seguici su

La curiosa vicenda è stata raccontata ai microfoni di Mattino 5 dal diretto interessato, che non ha risparmiato critiche all'atteggiamento della Polizia.

Un 81enne di Treviglio, in provincia di Bergamo, è stato multato dalla polizia mentre stava leggendo il giornale seduto su una panchina per aver violato le normative anti-Covid.

L'uomo, che era uscito di casa per acquistare dei medicinali, aveva fatto una sosta per acquistare il giornale, e si era messo seduto per attendere il proprio turno in farmacia.

Notatolo, gli agenti lo hanno richiamato verbalmente. A nulla sono valse le giustificazioni dell'anziano signore, al quale è stata comminata una multa del valore di 400 euro

"Non ci prenda in giro", è stata la risposta dei poliziotti, come raccontato da Pino, il protagonista della vicenda, ai microfoni di "Mattino Cinque" ribadendo che stava aspettando la compagna con la quale sarebbe poi andato a comprare le medicine.

"Un atteggiamento punitivo"

Alla nota trasmissione di Canale 5, l'uomo ha criticato il comportamento dei rappresentanti delle forze dell'ordine, definendolo non educativo:

"Il loro atteggiamento invece di essere educativo è stato punitivo", ha concluso.

Cosa prevede il nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm è entrato in vigore martedì e di fatto divide l'Italia in tre zone di rischio. Le regole prevedono difatti la suddivisione del territorio nazionale in tre fasce di rischio epidemiologico: rossa, arancione e gialla, con provvedimenti specifici in base alle criticità territoriali.

Mentre la zona rossa torna in lockdown e sulla zona arancione vengono imposte restrizioni severe agli spostamenti, anche interregionali, la zona gialla, quella con il rischio epidemiologico meno elevato, di fatto vedono degli irrigidimenti alle normative anti-contagio.

Il provvedimento impone il coprifuoco notturno su gran parte del territorio nazionale dalle 22 alle 5 del mattino, la chiusura dei centri commerciali la domenica e i festivi, la riduzione al 50% della capienza dei mezzi pubblici, il ritorno alla didattica a distanza per le classi degli istituti superiori e all'università e la chiusura di mostre e musei.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook