16:50 25 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
139
Seguici su

Con gli ospedali allo stremo, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha inviato una lettera al premier Conte e al governatore della Sicilia per esprimere le proprie preoccupazioni sulla situazione epidemiologica della città.

La lettera inviata al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al governatore Nello Musumeci da parte del sindaco di Palermo Leoluca Orlando esprime la preoccupazione del primo cittadino su una situazione che, se non dovesse cambiare, rischierebbe di mandare il capoluogo dell'isola e tutta la regione Sicilia verso una strage annunciata.

"Se è vero quanto denunciato oggi dai media, circa la mancanza di strumenti fondamentali per la cura dei malati e circa la saturazione dei posti letto, rischiamo che a Palermo e in tutta la Sicilia si vada verso una strage annunciata. Se è vero che nei Pronto soccorso manca l'ossigeno e che nei reparti ospedalieri si è cominciato a scegliere 'quali pazienti provare a salvare e quali no', si prefigurano scenari da 'medicina di guerra' che, quali che ne siano i risultati e per quanto possa essere mastodontico l’impegno degli operatori medici e sanitari, porterà comunque una lunga lista di lutti e tragedie umane e sociali", afferma Orlando.

Messaggi contraddittori sulla Sicilia: " Rischiano di diventare un ostacolo al rispetto delle norme di prevenzione"

All'interno della lettera il primo cittadino ha espresso la preoccupazione anche per i continui messaggi contraddittori che stanno arrivando anche da parte della regione sulla situazione in Sicilia.

"Messaggi a volte contraddittori stanno arrivando, ancora in queste ore, e rischiano di diventare un ostacolo al rispetto delle fondamentali norme di prevenzione. Ultimi fra i tanti, devo citare l’annuncio dato alla stampa dal competente assessorato regionale secondo cui 'in Sicilia i negozi restano aperti a domenica' e i continui richiami ad una situazione che sarebbe 'sotto controllo' rispetto alla capacità del sistema sanitario regionale di reggere all'impatto dei ricoveri in atto e previsti" dichiara la lettera.

Il sindaco di Palermo si appella infine alla responsabilità istituzionale che porti a scelte atte a dare messaggi chiari ed univoci alla popolazione, che ha il diritto di conoscere la reale gravità della situazione.

"Chi ne ha competenza formale di valutare in tempi strettissimi l'adozione di provvedimenti tali da garantire controlli capillari e stringenti e strumenti per potenziare in tempi rapidissimi il sistema ospedaliero anche con soluzioni di emergenza" afferma Orlando.

In Sicilia, dall'inizio della pandemia, sono stati registrati in totale 31.271 casi Covid, con 9.128 guariti e 676 decessi. Nell'ultimo giorno l'incremento è stato di 1.083 contagi. Al momento nella regione sono 1.250 i ricoverati in ospedale con sintomi e 177 i posti occupati in terapia intensiva.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook