15:38 24 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
3313
Seguici su

Chi abita nella zona gialla può portare i bambini dai nonni? Può raggiungere la seconda casa? E chi vive in zona rossa può uscire in bicicletta? Il governo ha pubblicato le Faq con i chiarimenti sul nuovo Dpcm, ecco tutto quello che c'è da sapere.

Con il nuovo Dpcm sono state adottate misure differenziate in base al livello di allarme, con regole diverse e restrizioni proporzionate al rischio e alla criticità del quadro sanitario. E' di nuovo lockdown nelle zone rosse, mentre nelle zone arancioni sono vietati gli spostamenti fra comuni e regioni e nelle gialle è imposto il coprifuoco.

Il governo ha pubblicato le Faq, le risposte alle domande più frequenti che dal momento dell'entrata in vigore delle nuove regole, i cittadini stanno ponendo. 

Chi vive nella zona rossa dovrà dotarsi di autocertificazione per giustificare i propri movimenti, mentre chi vive nella zona arancione dovrà fornire un'autocertificazione solo se esce dal proprio territorio comunale o dalle 22 alle 5.

A differenza dal primo lockdown, sarà sempre possibile fare attività motoria mantenendo le distanze interpersonali, uscire in bicicletta o portare a spasso il cane. I nipoti potranno vedere i nonni, ma solo in situazioni di urgenza. Ecco cosa dicono le faq. 

Seconda casa 

Nessuna limitazione agli spostamenti nella seconda casa per chi si trova in zona arancione, se l'abitazione si trova nello stesso comune.

Nella zona rossa o se invece l'immobile è situato in un altro comune, gli spostamenti sono consentiti solo "se dovuto alla necessità di porre rimedio a situazioni sopravvenute e imprevedibili (quali crolli, rottura di impianti idraulici e simili, effrazioni, ecc.) e comunque secondo tempistiche e modalità strettamente funzionali a sopperire a tali situazioni".

Portare i figli dai nonni

E' consentito portare i figli dai nonni, ma fortemente sconsigliato dal governo, in quanto gli anziani sono particolarmente esposti alle complicazioni da Covid19, pertanto devono evitare il più possibile i contatti con persone non conviventi, incluso i nipoti. 

Pertanto gli spostamenti sono consentiti solo per questioni di forza maggiore, ad esempio quando entrambi i genitori lavorano. 

"In tale caso - si legge sul sito del governo - i genitori possono accompagnare i bambini dai nonni, percorrendo il tragitto strettamente necessario per raggiungerli e recarsi sul luogo di lavoro, oppure per andare a riprendere i bambini al ritorno. Ove possibile, è assolutamente da preferire che i figli rimangano a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di modalità di lavoro agile o di congedi".

Genitori separati/divorziati

I genitori separati o divorziati possono spostarsi per raggiungere il figlio minorenne che si trova presso l'altro genitore o affidatario. In zona rossa o arancione tali spostamenti sono consentiti anche fra comuni differenti, ma dovranno, in ogni caso avvenire scegliendo il tragitto più breve e secondo le modalità previste dal giudice. 

Messe e luoghi di culto

Nella zona rossa sarà possibile raggiungere il luogo di culto più vicino alla propria abitazione per partecipare alle funzioni, nel rispetto della normativa anti-covid ed evitando assembramenti. Nella zona arancione e gialla si può sempre partecipare alle sacre funzioni durante il giorno, mentre dalle 22 alle 5 valgono le regole dell'autocertificazione, come nella zona rossa.

Attività motoria

E' possibile praticare attività motoria dalle 5 alle 22, ma nella zona rossa si dovrà rispettare la regola della prossimità dalla propria abitazione. In ogni caso dovranno essere rispettati i protocolli anticontagio e la distanza interpersonale di 2 metri

Bicicletta

E' possibile utilizzare la bicicletta sia per gli spostamenti consentiti che per l'attività motoria individuale e all'aperto. 

Passeggiare con il cane

E' consentito uscire con il cane nei pressi della propria abitazione, per chi vive nella zona rossa, senza creare assembramenti e nel rispetto del distanziamento iterpersonale.

Passeggeri in auto 

E' possibile andare in auto assieme a una persona non convivente, ma con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.

L’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui la vettura risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore.

Tutte le regole valgono per quanti si trovano sul territorio nazionale, siano cittadini italiani che stranieri. 

Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook