15:55 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
0 33
Seguici su

“In questo momento i tempi sono fondamentali”, ha detto il presidente di Uritaxi. Oggi le auto bianche ferme in tutto il Paese.

I tassisti di tutta Italia hanno incrociato oggi le braccia dalle 6:00 del mattino per protestare contro il nuovo Dpcm deciso dal governo Conte per la lotta al coronavirus.

“Ci aspettiamo che il governo metta in pratica quello che ci ha promesso”, ha detto a Sputnik Italia il presidente di Uritaxi Loreno Bittarelli.

“Ci sono già stanziati 35 milioni per i voucher per le categorie più deboli che possono essere utilizzati per i taxi. Auspichiamo che venga attuato il piano di integrazione con il trasporto pubblico locale che è in sofferenza”, ha aggiunto.

Il comparto è fermo

“Con i nostri taxi siamo fermi. Se avessimo un sostegno potremmo integrare il sistema del Tpl e dare un contributo”, ha aggiunto Bittarelli.

E poi per la categoria “servono misure di ristoro, che sono già state in gran parte deliberate, come i 1.000 euro che speriamo arrivino entro il 15 novembre”, ha sottolineato.

“Auspichiamo che il governo sia puntuale, che gli aiuti diventino strutturali nell’arco di tempo della pandemia e che in primavera si apra un nuovo orizzonte – ha proseguito – Le misure ci sono ma i tempi sono fondamentali, non ce la facciamo più”.

La protesta in tutta Italia

Altissima l'adesione delle sigle Claai, Usb Taxi, Tam, OrSA Taxi, Unimpresa, Federtaxi Cisal, Uritaxi, Ati Taxi, Ugl Taxi, UnioneTassisti Italiana, Satam, Associazione Tutela Legale Taxi.

I conducenti delle auto bianche si sono ritrovati a Roma per dei presidi di protesta davanti ai ministeri delle Finanze e dei Trasporti.

La protesta ha viaggiato anche sui social.

​Da Milano a Roma, da Genova a Palermo molti sono scesi in piazza, nel rispetto delle regole sugli assembramenti, oppure hanno incrociato le braccia anche se soltanto virtualmente.

"Tutto chiuso il taxi muore, abbandonati dalle istituzioni", "doveri tanti, diritti nessuno". Così sugli striscioni di alcuni dei tassisti che si sono riuniti sotto il ministero dell’Economia e Finanze a Roma.

​Intanto il governo annuncia una convocazione per giovedì 12 al ministero dei Trasporti.

Tags:
Coronavirus, taxi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook