15:49 24 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
225
Seguici su

In Cina non si entra. Il Paese asiatico è temporaneamente off limits per gli italiani in possesso di visto precedente il 3 novembre. Accessi permessi solo a particolari condizioni.

La Cina ferma temporaneamente l’ingresso nel paese ai cittadini residenti in Italia in possesso di visti e di permessi di soggiorno cinesi per motivi di lavoro, affari o ricongiungimenti familiari a causa dell’attuale diffusione del coronavirus.

A comunicarlo l’Ambasciata cinese a Roma con un comunicato stampa pubblicato sul sito China Embassy.

“In considerazione del diffondersi del Covid-19, si comunica con la presente la sospensione temporanea dell’ingresso in Cina per i cittadini residenti in Italia in possesso di visti e di permessi di soggiorno cinesi per motivo di lavoro, affari privati e ricongiungimenti familiari”, si legge nel comunicato diffuso giovedì 5 novembre.

Tuttavia l’Ambasciata chiarisce che “tale sospensione non si applica ai titolari dei visti diplomatici, di servizio, di cortesia, di tipologia “C” e dei visti rilasciati dal 3 novembre 2020 in poi.”

Inoltre “i cittadini stranieri che devono recarsi in Cina per estrema necessità urgente possono richiedere i visti all’Ambasciata e Consolati Generali della Cina in Italia.”

L’Ambasciata cinese chiede comprensione per la scelta maturata:

“Si prega di comprendere che la sospensione sia misura temporanea che la parte cinese è costretta ad adottare senza una soluzione alternativa per l’attuale diffusione del Covid-19. La parte cinese aggiusterà le misure in tempo in relazione al mutamento delle circostanze su Covid-19, ogni modifica delle misure sarà comunicata ufficialmente con i prossimi avvisi.”
Tags:
Cina, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook