04:05 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
6216
Seguici su

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte tiene una conferenza stampa per illustrare le nuove misure contenute nel Dpcm del 3 novembre.

Le nuove regole entrano in vigore venerdì e lo resteranno fino al 3 dicembre. Il territorio nazionale verrà diviso in zone di tre categorie sulla base del diverso grado di rischio epidemiologico: gialle, arancioni e rosse.

Il premier ha spiegato che per dividere le regioni in zone sono stati adottati 21 parametri, a seconda del rischio di contagio e della pressione sule terapie intensive, che verranno resi accessibili. Espressa la necessità di misure articolate e differenziate, che entreranno in vigore da venerdì per dare un tempo congruo alle persone per riorganizzare le proprie attività. 

Nessuna regione è stata contrassegnata come zona verde.

Ecco di seguito l'elenco delle zone, le regioni che vi appartengono e le relative restrizioni. 

Zona gialla

Regioni appartenenti

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Campania
  • Emilia-Romagna
  • Friuli-Venezia Giulia
  • Lazio
  • Liguria
  • Marche
  • Molise
  • Province autonome di Trento e Bolzano
  • Sardegna
  • Toscana
  • Umbria
  • Veneto

Restrizioni

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5, possibilità di spostarsi in queste ore solo per motivi di salute, lavoro, studio e comprovata necessità;
  • chiusura centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (aperti al loro interno farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, alimentari, tabaccherie ed edicole);
  • chiusi musei e mostre;
  • didattica a distanza per università (salvo alcune attività per matricole e laboratori) e scuole superiori (fatta eccezione per studenti con disabilità e uso di laboratori); didattica in presenza per scuole dell'infanzia, elementari e medie;
  • riempimento fino al 50% dei mezzi pubblici a eccezione di quelli per il trasporto scolastico;
  • chiuse sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine (anche nei bar e nelle tabaccherie);
  • chiusi bar e ristoranti alle 18, asporto fino alle 22, niente limiti alla consegna;
  • rimangono chiusi piscine, palestre, teatri, cinema; rimangono aperti i centri sportivi.
Zona arancione
Regioni appartenenti
  • Puglia
  • Sicilia

Restrizioni

Le restrizioni della zona gialla più:

  • vietati spostamenti in entrata e in uscita da Regioni e Comuni se non per motivi di lavoro, studio, salute, necessità o per usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune;
  • bar e ristoranti chiusi ma che possono fare asporto (fino alle 22) e consegne (senza limiti)

Zona rossa

Regioni appartenenti

  • Calabria
  • Lombardia
  • Piemonte
  • Valle d'Aosta
Restrizioni

Le restrizioni delle zone gialla e arancione più:

  • divieto di spostamento in qualsiasi orario, anche all'interno del proprio Comune se non per ragioni di salute, lavoro e necessità;
  • oltre a bar e ristoranti, chiusi 7 giorni su 7 anche i negozi (fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità); aperte edicole, tabaccherie, farmacie, parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri; chiusi i centri estetici; 
  • negli uffici pubblici lavoro in presenza solo se strettamente necessario, altrimenti smart working;
  • didattica a distanza per scuole superiori, seconda e terza media; chiuse le università;
  • sospese tutte competizioni sportive salvo quelle di interesse nazionale; sospese attività nei centri sportivi; concessa attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva individuale all'aria aperta.

Se dopo 14 giorni una Regione rientra in una condizione di rischio più basa, verrà assoggettata a un regime meno restrittivo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook