03:57 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
110
Seguici su

Una società di consulenza contabile pagherà in anticipo la tredicesima ai suoi dipendenti per venire incontro alle loro difficoltà economiche e familiari.

Zeta Service, una società di consulenza commerciale e di gestione contabile che conta otto sedi sul territorio nazionale, ha deciso di elargire la 13esima ai suoi 300 dipendenti già a novembre.

La scelta è una iniziativa della fondatrice e amministratrice della società Silvia Bolzoni, che con questo gesto intende sostenere i suoi dipendenti in un momento storicamente difficile per molti.

Alcuni dei suoi dipendenti sono infatti in difficoltà economica perché il partner ha perso il lavoro, o lo hanno perso i figli o i genitori.

La Zeta Service aveva deciso di anticipare l’erogazione anche della quattordicesima mensilità ad aprile con molti mesi di anticipo, allo scopo di sostenere i dipendenti e le loro famiglie che vivevano il lockdown.

"Stiamo vivendo un momento molto difficile. La pandemia e la crisi economica collegata hanno colpito tutti, nessuno escluso, ma ci sono dei settori più colpiti di altri e ce ne rendiamo conto direttamente confrontandoci con i nostri clienti", commenta Silvia Bolzoni, ceo & founder di Zeta Service, riporta l’Adnkronos.

In smart working dal 21 febbraio

I dipendenti della Zeta Service sono in smart working al 100% dal 21 febbraio, ovvero sin dalla prima raccomandazione che il governo italiano aveva emanato per contrastare la prima fase di diffusione del nuovo coronavirus.

Correlati:

Emilia Romagna, Stefano Bonaccini positivo al coronavirus
Coronavirus, Russia: 1.673.686 contagi (+18.648), 28.828 decessi (+355), 1.251.364 guariti (+15.331)
Coronavirus, Vaia invita al patriottismo: "Combattiamo questa battaglia tutti assieme"
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook