18:51 25 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 35
Seguici su

In relazione ai nuovi casi di Covid, secondo il presidente dell'Ordine dei Medici della città (Omceo) Roberto Carlo Rossi la situazione negli ospedali "è diventata insostenibile".

Sullo sfondo dell'impennata dei nuovi casi di Covid registrati a Milano e in Lombardia, che secondo il bollettino uscito ieri era la regione col più alto numero di nuovi contagi, è intervenuto il presidente dell'Ordine dei Medici del capoluogo meneghino (Omceo) Roberto Carlo Rossi per chiedere l'immediata introduzione del lockdown per cercare di fermare l'avanzata del virus, che sta mettendo a dura prova gli ospedali ed i pronto soccorso, così come dottori e personale sanitario.

"Di una cosa siamo certi: la situazione sia nelle strutture sanitarie ospedaliere che anche nella medicina del territorio è diventata insostenibile. È necessario intervenire con un lockdown immediato ed efficace", ha affermato Rossi.

Il presidente dell'Omceo prende atto che "la situazione è molto seria e senza interventi drastici non può che peggiorare", riferendosi in particolare alle condizioni di sicurezza del personale sanitario "se inoltre non ci si attrezza seriamente per tutelare quei medici che, ancora adesso, sono impegnati in prima linea, ma senza le necessarie attrezzature e materiali di protezione per svolgere in sicurezza il proprio lavoro".

Rossi sottolinea che a favore del blocco del capoluogo lombardo è una decisione "ferma ed unanime" di tutta la nuova direzione dell'Omceo.

In precedenza il sindaco di Milano aveva dichiarato pubblicamente di ritenere sbagliata l'eventuale decisione di introdurre il lockdown in città.

Secondo il bollettino di domenica 1° novembre, in Lombardia sono stati registrati 8.607 nuovi contagi rispetto ai complessivi 29.907 di tutto il Paese, segnando così il nuovo record regionale dall'inizio dell'epidemia. Invece il numero complessivo dei casi di Covid-19 in Italia dall'inizio dell'epidemia ha raggiunto quota 709.335.

Tags:
Società, Italia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook