02:25 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Una classe di una scuola superiore di Faenza ha deciso di apporre con l'aiuto dei bidelli le proprie foto sui banchi di scuola, in modo che durante la didattica a distanza i professori in videolezione non si sentano soli.

La classe 2AT dell'Istituto Tecnico Oriani di Faenza, in provincia di Ravenna, costretta come numerosi altri studenti liceali a seguire le lezioni da casa in didattica a distanza, ha avuto l'iniziativa di apporre con la complicità dei bidelli le proprie foto sui banchi di scuola, così che gli insegnanti potessero avere la compagnia delle immagini dei propri studenti durante le videolezioni.

"Far sentire i prof meno soli nell'aula vuota durante le videolezioni" questo l'obiettivo degli alunni.

L'iniziativa ha ricevuto i complimenti anche del sindaco di Faenza Massimo Isola che ha postato su Facebook la foto della classe.

"Questa è l’aula della Classe 2^AT dell’ Istituto Tecnico Oriani - Faenza. Gli alunni di nascosto, con la complicità dei bidelli, hanno sistemato su ogni banco il proprio ritratto per far sentire meno soli i loro professori durante le video-lezioni. Una sorpresa davvero simpatica, complimenti ragazzi per l’idea e il gesto!" ha scritto il primo cittadino.

"Per favore non staccate le foto sui banchi che abbiamo messo per far sentire meno soli i prof durante le videolezioni" il messaggio lasciato dai ragazzi su un cartello per evitare che i bidelli togliessero le foto durante la sanificazione degli ambienti.

Secondo le ordinanze firmate dai presidenti di Regione Puglia e Campania, non solo le scuole secondarie saranno obbligate alla didattica a distanza, ma da lunedì anche le primarie e dell'infanzia dovranno effettuare le videolezioni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook