08:29 02 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
537
Seguici su

Il ministro degli Esteri apre a un confronto con le opposizioni per un governo più legittimato nelle decisioni che adotta per affrontare l'emergenza sanitaria.

Non è il momento di “aprire una crisi di governo in questa crisi di contagi”, piuttosto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervistato al festival del Foglio, ritiene che sia necessario un "governo pienamente legittimato e che sia in grado di prendere rapidamente le decisioni”.

Un'apertura al confronto con il parlamento quella di Di Maio, che pensa ad uno strumento per coinvolgere le opposizioni nelle decisioni cruciali per affrontare l'epidemia. 

Una cabina di regia con l'opposizione "in una fase di crisi come questa è solo un passaggio naturale, in un momento del genere in cui abbiamo tutte queste difficoltà", sottolinea.

La mossa di Di Maio segue quella del premier Conte, che ieri ha sentito i presidenti di Camera e Senato per sondare la possibilità di trovare uno strumento di confronto con il parlamento che possa servire a coinvolgere le opposizioni nell'assunzione di decisioni in tempi rapidi. 

Esulta il capogruppo del Senato del PD, Andrea Marcucci, sull'apertura al parlamento e l'inclusione delle opposizioni all'interno di una cabina di regia. 

"Più la crisi sanitaria si aggrava, più diventa logico pensare ad una cabina di regia con le opposizioni. Lo ha detto anche #DiMaio, ed io sono d’accordo con lui", ha scritto su Twitter.

​Marcucci proprio giovedì, dopo l'informativa del premier in aula, ha messo in discussione la stabilità del governo, chiedendo una verifica e  "una commissione o una bicamerale, dove le opposizioni si possano confrontare con il governo e la maggioranza". 

Tags:
Coronavirus, Giuseppe Conte, Luigi Di Maio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook