03:14 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
161
Seguici su

In casa del noto rapper romano Pol G è stato rinvenuto un quantitativo di stupefacenti che avrebbe potuto fruttare oltre 100.000 euro qualora piazzato sul mercato.

La Guardia di finanza del Comando provinciale di Roma ha fatto scattare le manette per Pol G, frontman della nota band capitolina Assalti Frontali dopo aver rinvenuto sei chili di droga nel suo appartamento.

Lo riferisce quest'oggi Il Messaggero.

Per l'artista l'ipotesi di reato è quella di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, con gli inquirenti che hanno reso noto come l'enorme quantitativo di droga, tra marijuana e hashish, era stato accuratamente suddiviso in diverse bustine pronte per l'uso e destinate ad essere smerciate.

Qualora messi sul mercato, gli stupefacenti avrebbero potuto fruttare una somma stimata in 100.000 euro.

Nell'abitazione di Pol G, in questo senso, sono stati anche trovati dei bilancini di precisione e il materiale necessario al confezionamento delle dosi, per quella che era una vera e propria centrale dello spaccio.

Con le Fiamme gialle l'indagato avrebbe provato a giustificarsi, spiegando di essere costretto ad arrangiarsi in un momento di mancanza di lavoro per via del Covid-19.

Ad attirare l'attenzione delle forze dell'ordine nei confronti del rapper e a portare alla conseguente perquisizione del suo appartamento è stato il continuo andirivieni di persone all'interno della palazzina.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook