03:31 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
206
Seguici su

Con l'aumento del numero dei casi di coronavirus registrato nelle ultime settimane in Italia, cresce anche la paura degli italiani, mentre cala la fiducia nel governo, stando al sondaggio condotto da Demos e riportato oggi da Repubblica.

La preoccupazione causata dalla pandemia di Covid-19 ha ripreso a crescere, toccando il livello più alto dallo scorso aprile. Anzi, secondo quanto emerso dalla ricerca, le persone interpellate che si sono dette “molto preoccupate” sono più numerose di allora, ossia il 50%, e complessivamente l’87% degli intervistati ha ammesso di essere molto o abbastanza preoccupato. Allo stesso tempo, se il consenso per il governo appare ancora elevato, pari al 55%, negli ultimi mesi ha fatto però registrare un calo costante: è, infatti, sceso di due punti nell’ultimo mese, di cinque rispetto a giugno, e di 16 rispetto allo scorso marzo, nel pieno della pandemia.

Nei mesi scorsi gli italiani si erano stretti innanzitutto attorno al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che aveva toccato il 70% dei consensi. Oggi la fiducia verso il premier si attesta al 58% e per la prima volta Conte non è più solo in testa al gradimento dei cittadini, ma affiancato dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, confermato alle elezioni del mese scorso con oltre il 77% dei consensi.

Subito dietro Conte e Zaia, c’è l’ex governatore della Banca centrale europea (Bce) Mario Draghi, con il 54% dei consensi, seguito dal ministro della Salute, Roberto Speranza, e dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, entrambi al 42%, quindi dal Commissario europeo, Paolo Gentiloni (al 40%), dal leader della Lega, Matteo Salvini (al 38%), e dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi (al 36%). In fondo alla classifica i leader del Movimento 5 Stelle (M5S), Beppe Grillo, Vito Crimi e Alessandro Di Battista, così come il leader di Italia Viva, Matteo Renzi.

Lega in testa, seguita dal Pd

Stando alle stime di Demos sulle preferenze per i partiti politici, la Lega resta davanti a tutti, con il 23%, ma continua a perdere consensi, circa nove punti rispetto alle Europee del 2019, per cui il Pd si avvicina con il 21,5%, mentre il M5S, l’alleato di governo, scivola sotto il 16%. Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni si attesta attorno al 16,2%, il doppio rispetto alle europee, mentre Forza Italia si conferma al 7%. Italia Viva di Renzi non arriva al 3%, secondo Demos.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook