21:31 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Google pressato dalle Antitrust nazionali. Dopo il pressing dell'Antitrust statunitense, arriva l'inchiesta aperta dall'AGCM italiana sulla pubblicità display.

L’Autorità garante per la concorrenza e il mercato (AGCM) ci vuole vedere chiaro nell’offerta del servizio di display advertising offerto da Google in Italia, e così apre una istruttoria ipotizzando “l’abuso di posizione dominante nel mercato italiano del display advertising”.

AGCM in particolare “contesta l’uso discriminatorio della mole di dati, raccolti attraverso le proprie applicazioni, che impedisce ai concorrenti di competere in modo efficace.” Ma secondo l’Autorità garante per la concorrenza, ci sarebbero “forti ricadute anche sui consumatori”.

Violato articolo 102 Trattato UE

Secondo l’AGCM sarebbe stato violato l’articolo 102 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea “per quanto riguarda la disponibilità e l’utilizzo dei dati per l’elaborazione delle campagne pubblicitarie di display advertising, lo spazio che editori e proprietari di siti web mettono a disposizione per l’esposizione di contenuti pubblicitari”, si legge nel comunicato stampa diffuso mercoledì 28 ottobre.

Cosa contesta l’Agcm a Google

La contestazione dell’Agcm alla controllata di Alphabet Inc. è molto precisa:

“l’Autorità contesta alla società l’utilizzo discriminatorio dell’enorme mole di dati raccolti attraverso le proprie applicazioni, impedendo agli operatori concorrenti nei mercati della raccolta pubblicitaria online di poter competere in modo efficace. In particolare, Google sembrerebbe aver posto in essere una condotta di discriminazione interna-esterna, rifiutandosi di fornire le chiavi di decriptazione dell’ID Google ed escludendo i pixel di tracciamento di terze parti.”

L’Agcm ha mandato i finanzieri

L’Antitrust ha così inviato la Guardia di Finanza presso le sedi di Google per condurre accertamenti ispettivi che possano verificare la situazione e per acquisire elementi utili alle indagini.

I guai di Google

I guai di Google non sono finiti qui. In patria, negli USA, l'Antitrust americano potrebbe costringere Alphabet Inc. a vendere il browser Chrome.

Correlati:

Google Maps ora mostra la diffusione dei casi di Covid-19
Google pagherà 1 miliardo di USD ai news publishers, parola di Sundar Pichai
Cento anni di Gianni Rodari, il ricordo di Google per uno degli italiani più amati in Russia
Tags:
Google
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook