03:43 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
464
Seguici su

La polizia ha utilizzato cannoni ad acqua nel centro di Roma per disperdere una manifestazione contro le nuove misure del governo per combattere il coronavirus, 16 manifestanti sono stati arrestati dopo gli scontri con le forze dell'ordine.

In Piazza del Popolo a Roma si sono registrati violenti scontri, con lanci di bombe carta, fumogeni, petardi e cassonetti in fiamme. Gli agenti di polizia in assetto antisommossa hanno disperso i manifestanti con mezzi forniti di cannoni ad acqua. Dopo gli scontri la polizia ha effettuato 16 arresti tra i manifestanti.  

Il numero totale di manifestanti che ha preso parte agli scontri è stimato in 200-300 persone. Tra questi anche esponenti di Forza Nuova. Dopo gli scontri, una parte della folla aggressiva oltre a incendiare cassonetti della spazzatura ha danneggiato biciclette e scooter a noleggio nelle vicinanze.

Ieri, scontri simili si sono verificati a Milano e Torino. Le manifestazioni degli imprenditori a Genova e Palermo sono stati relativamente pacifici.

Lunedì in Italia sono entrate in vigore nuove misure per combattere la seconda ondata di epidemia di coronavirus. Questi includono la chiusura anticipata degli esercizi di ristorazione dopo le 18:00 e la chiusura di teatri, cinema e sale da concerto. Il decreto governativo ha anche interrotto il funzionamento di palestre, piscine, centri benessere e termali, nonché stabilimenti di gioco d'azzardo: casinò, sale da gioco e uffici di scommesse fino al 24 novembre.

Correlati:

Anche Torino scende in piazza contro il coprifuoco
La marcia dei ristoratori toscani: "Da Firenze a Roma a piedi per incontrare Conte"
Coronavirus, Pregliasco: "Valutare coprifuoco dall'aperitivo. Milano zona rossa? Ultima ratio"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook