03:33 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
791
Seguici su

Vincenzo De Luca sul lockdown in Campania ci ripensa. Non ha trovato appoggio da parte del Governo, e così si allinea alla linea delle altre Regioni che non gradiscono le nuove restrizioni previste del Dpcm di questa sera.

Chiudo tutta la Campania perché le bare sui camion militari nella mia regione non li voglio vedere, aveva detto Vincenzo De Luca, chiedendo però ristori sociali al governo attraverso interventi economici a garanzia dello stop delle attività.

Adesso De Luca fa marcia indietro e sul lockdown generalizzato ci ripensa, forse alla luce anche delle manifestazioni violente degli ultimi giorni a Napoli. Il sindaco della città partenopea Luigi De Magistris ha affermato che Napoli è una bomba sociale pronta ad esplodere.

Forse la retromarcia è ancor di più dovuta al mancato appoggio da parte del governo centrale, che gli ha fatto sapere che i soldi per un nuovo lockdown questa volta proprio non ci sono.

Ma c’è di più, De Luca si mostra anche “più dolce” del Governo nei confronti di bar e ristoranti, chiedendo come e con le altre Regioni di non chiudere tali attività alle 18.00 di sera, ma alle 23.

Motivo? “Inutile penalizzare intere categorie” se non c’è un lockdown che tiene tutti a casa.

La situazione in Campania

Leggiamo i dati forniti dall’unità di crisi della Regione Campania, che giornalmente pubblica un bollettino che fa riferimento ai dati aggiornati alle ore 23.59 del giorno precedente.

L’ultimo bollettino emesso del 24 ottobre indica che su 12.530 tamponi effettuati in un giorno, i positivi sono 1.718. Tuttavia di questi soltanto 58 sono sintomatici, mentre ben 1.660 sono asintomatici, ovvero senza sintomi. I deceduti sono 8, ma coprono un periodo che va dal 21 al 23 ottobre.

Il professore Franco Locatelli, membro del Comitato tecnico scientifico (Cts) e presidente del Consiglio superiore di sanità, ancora oggi al Corriere della Sera ha ribadito che la gran parte dei positivi al nuovo coronavirus sono asintomatici e anche tra quelli che presentano sintomi, in molti casi sono lievi. Niente panico, la situazione non è come in marzo, ha detto lo scienziato.

Correlati:

Covid, De Luca al governo: "Necessario chiudere tutto"
De Luca su lockdown: "Non voglio vedere la fila dei camion con le bare"
Napoli, guerriglia urbana dei commercianti contro De Luca: "Tu ci chiudi, tu ci paghi" - video
Tags:
Campania, Vincenzo De Luca, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook