03:22 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
133
Seguici su

L'Ordine Professioni Infermieristiche di Genova ha lanciato un appello al governatore della Liguria Toti attraverso una lettera aperta, pubblicata su Facebook, dove affermano l'urgenza di assumere iniziative appropriate invece di esasperare gli operatori sanitari.

Attraverso una lettera aperta sulla propria pagina Facebook, l'Ordine Professioni Infermieristiche Genova ha lanciato un'appello al Presidente della Regione Giovanni Toti per interventi mirati a contrastare la seconda ondata ed il forte aumento di contagi che si stanno registrando in Liguria come nel resto del Paese.

"L'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Genova chiede con urgenza al Presidente Giovanni Toti di non indugiare oltre e assumere iniziative appropriate per il contrasto all'emergenza sanitaria in atto, anziché esasperare e mortificare gli Infermieri e operatori sanitari tutti con la minaccia di bloccare le ferie" si legge nella lettera.

Tra le richieste dei sanitari quella di effettuare un lockdown in ambito regionale per dare respiro ai posti di terapia intensiva, dove occorre conteggiare anche i malati con supporti ventilatori quali il casco, sospendere le attività di elezione in ambito ospedaliero e spostarle all'interno delle strutture sanitarie accreditate, attivare l'impiego della Protezione Civile per medici, infermieri ed O.s.s. da inviare nelle strutture sanitarie di bassa intensità assistenziale.

"Gli Infermieri sono un riferimento certo per la Sanità ligure e per la cittadinanza ma rigettano ogni inutile tentativo di fronteggiare l'emergenza da coronavirus, attraverso la sospensione del legittimo riposo dal lavoro tanto più in questi momenti drammatici che oltre alla fatica quotidiana, vediamo riaffiorare gli incubi, i volti, il dolore di sei mesi fa. Non c'è più tempo" conclude la lettera.

Ieri una circolare di Alisa ha invitato le cinque Asl liguri e il San Martino a disporre se necessario fino al 31 gennaio 2021 l’interdizione della fruizione delle ferie, l’obbligo di non concedere al personale sanitario periodi di congedo ordinario, se non per comprovata necessità, e la revoca delle autorizzazioni già concesse. La denuncia della notizia è arrivata dal sindacato Uil Fpl.

Nella giornata di ieri un gruppo di oltre 100 scienziati ha scritto una lettera aperta al Presidente della Repubblica ed al premier Conte per l'attuazione di misure drastiche nei prossimi 2-3 giorni al fine di contrastare l'ulteriore diffusione del virus.

La Regione Liguria ha registrato, dall'inizio della pandemia, un totale di 21.359 casi con un incremento di 778 nella giornata di ieri. Nel territorio sono stati conclamati un totale di 14.210 guarigioni e 1.680 vittime.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook