17:07 24 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
325
Seguici su

Niente lockdown generalizzato, ma blocco dei movimenti non essenziali per contenere la pandemia di Covid-19 a fronte dei quasi 20.000 casi registrati nella giornata di ieri.

Su questo sta lavorando ora il governo e, secondo le anticipazioni apparse oggi sulla stampa, il nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri potrebbe essere pronto già domani. Le scuole rimarranno aperte, così come potranno andare avanti industria, commercio, artigianato e professioni. Si fermeranno invece tutte le attività ritenute non essenziali, dai convegni allo sport non professionistico. 

Per il governo, il nuovo Dpcm servirà anche a garantire una cornice normativa alle misure adottate negli ultimi giorni dai governatori delle regioni, alcune delle quali, come Lombardia e Campania, hanno registrato un netto aumento dei contagi, con conseguente timore per la tenuta del sistema sanitario. 

Le misure allo studio

Il coprifuoco: la misura più controversa, con gli scienziati che premono per uno stop alle 21 su tutto il territorio nazionale e alcuni esponenti di governo che chiedono di salvare le attività di ristorazione, facendolo scattare alle 22 o alle 23.

Chiusura di palestre, piscine e circoli sportivi.

Chiusura nel fine settimana dei centri commerciali. I negozi al dettaglio dovrebbero restare aperti, ma si valuterà uno scaglionamento degli orari di apertura e chiusura per alleggerire il trasporto pubblico.

Per la scuola, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha chiesto di precisare la percentuale della didattica a distanza per le superiori, già adottata da diverse regioni.

Riguardo ai movimenti da una regione all’altra, non sarebbe stata ancora adottata alcuna decisione, ma si starebbe valutando un limite agli spostamenti dalle regioni con un indice di replicazione dell’infezione (Rt) molto alto.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook