03:20 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
441
Seguici su

Il Comune in provincia dell'Aquila, che conta solo 115 residenti, ha offerto agevolazioni ai cittadini italiani e stranieri che intendano trasferire qui la loro residenza. La notizia ha fatto il giro del mondo ed è stata riportata anche dall'americana CNN.

Il comune di Santo Stefano di Sessanio, borgo inerpicato alle falde del Gran Sasso già noto per aver lanciato diversi anni fa l'iniziativa dell'albergo diffuso, ha deciso di puntare sui giovani per ripopolare il proprio paese, composto solo da 115 residenti la cui maggior parte ha più di 65 anni e solo 13 ne ha meno di 20. Un progetto volto agli under 40 per i quali saranno a disposizione agevolazioni ed una casa in cambio della residenza e dell'avvio di un'attività nella zona.

"Il progetto prevede la concessione di un contributo mensile a fondo perduto per tre anni fino ad un massimo di 8000,00 euro/anno, la messa a disposizione di un’abitazione ad un affitto simbolico e un contributo a fondo perduto, fino ad un massimo di 20.000,00 euro, una tantum per l’avvio dell’attività imprenditoriale" si legge sul sito del comune.

La notizia ha fatto il giro del mondo ed è stata riportata anche dal canale americano CNN.

Chi può fare domanda

La domanda potrà essere inviata fino alla scadenza, il 15 novembre 2020. La proposta è rivolta a tutti i cittadini, italiani o stranieri, non residenti nel territorio comunale che intendono trasferire la propria residenza nel suddetto comune e siano under 40.

I requisiti includono:

  • essere cittadini italiani non residenti nel comune, comunitari o cittadini di paesi terzi in possesso di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciato a tempo indeterminato (già "carta di soggiorno"); se italiano la persona deve provenire da Comuni con un numero di residenti non inferiore ai 2000
  • essere di età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 40 e avere intenzione di trasferire la propria residenza nel comune
  • essere disposti ad avviare un'attività imprenditoriale tra quelle individuate come prioritarie nel comune: guide (turistica, sportiva/culturale), informatori, addetti alle pulizie, manutentori, esercenti negozio drugstore, recupero e commercializzazioni delle produzioni agroalimentari tipiche locali e loro commercializzazione.

A settembre il comune Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento, ha messo in vendita a 2 euro circa 15 o 16 di proprietà del Comune.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook