15:34 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
705
Seguici su

"E' un momento veramente difficile per noi e per il Paese", questo dichiara il presidente di Confindustria Carlo Bonomi durante il suo intervento all'assemblea dell'associazione della Valle d'Aosta.

Durante il suo intervento all'assemblea dell'associazione della Valle d'Aosta il presidente di Confindustria Carlo Bonomi ha espresso la sua preoccupazione per la situazione odierna delle imprese e più in generale dell'intero Paese.

"Il Paese è in difficoltà con l’aggravante che è venuta meno la fiducia. E’ venuta meno la fiducia nelle istituzioni che ci guidano, nei provvedimenti che vengono presi, nei comportamenti dei vicini. A noi tocca ancor di più essere il collante di una fiducia che venga dal basso. Perché solo con la responsabilità nostra e degli individui possiamo uscirne insieme" ha affermato il leader degli Industriali.

Nonostante la difficoltà il presidente di Confindustria ha ribadito che la manifattura italiana ha dimostrato resilienza nel momento in cui il Paese ha rallentato dal punto di vista economico entrando in crisi.

Il presidente di Confindustria si dichiara preoccupato inoltre del dato riguardante il Pil​, che riassume così:

"Pensavamo che tutto fosse passato invece ci troviamo ora davanti a dati difficili. Noi avevamo già detto che il Paese avrebbe chiuso con un -10% del PIL quest’anno che in numeri assoluti significa 180 miliardi in meno nella nostra economia".

Centralità delle imprese, soprattutto in questo momento critico

"Noi non ci arrendiamo nonostante in questi mesi abbiamo visto una recrudescenza della pandemia e del sentimento anti-industriale, ma il nostro impegno non cambia" ha concluso il presidente Bonomi.

In precedenza Bonomi aveva definito la scadenza del blocco licenziamenti come un momento critico per il Paese, ed aveva affermato che un secondo lockdown sarebbe impensabile per il Paese.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook