18:47 25 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
721
Seguici su

L’ex sacerdote ha continuato a fare attività di apostolato con conferenze e attraverso i mezzi informatici nonostante l'interdizione.

La scomunica arriva direttamente dalla Congregazione per la Dottrina della Fede che ha formalmente comunicato al Vescovo di Brescia il decreto.

Vlasic, noto in tutto il mondo come “il frate visionario” ha continuato a dichiararsi religioso e sacerdote della Chiesa cattolica, simulando messe e amministrando i sacramenti nonostante nel 2009 fosse stato costretto a lasciare l’abito talare.

Cosa succede adesso

Dopo la scomunica Vlasic non potrà prendere parte come ministro alle celebrazioni eucaristiche o ad altre cerimonie di culto pubbliche e non potrà neanche ricevere i sacramenti.

“Nel caso in cui il signor Vlasic intendesse prendere parte alla celebrazione dell'Eucarestia o a qualsiasi atto di culto pubblico, deve essere allontanato o si deve interrompere l'azione liturgica, se non si opponga una grave causa”

Queste le parole della Diocesi di Brescia sul caso dell’ex sacerdote, al centro delle cronache negli anni Ottanta quando venne allontanato dal santuario di Medjugorje dopo la rivelazione che aveva avuto un figlio da una suora.

La vita in Italia

Vlasic è arrivato in Italia nel 2005 dove ha fondato un’associazione privata di fedeli riconosciuta dal vescovo di Chieti-Vasto. Ma già nel 2008 “sono state adottate le prime misure cautelari e disciplinari da parte della Congregazione della Dottrina della Fede perché era iniziata una deriva fuori dalla dottrina cattolica, con ufo, extraterresti e messaggi da altri pianeti”, ha spiegato monsignor Marco Alba, il cancelliere vescovile di Brescia.

Le dimissioni da sacerdote

Nel 2009 Vlasic era stato costretto a lasciare l’abito talare e a dimettersi dall’Ordine dei Francescani minori dopo le accuse di "diffusione di dubbia dottrina, manipolazione delle coscienze, sospetto misticismo, disobbedienza verso gli ordini legittimamente costituiti e atti contro il 'sextum' (non commettere adulterio)".

Padre spirituale a Medjugorie

Il 78enne divenne famoso negli anni Ottanta per essere il padre spirituale dei sei ragazzini che nel 1981 iniziarono a riferire delle visioni della Madonna a Medjugorje.

L’uomo è rimasto in questo ruolo fino al 2009 nonostante l’allontamento.

Tags:
Chiesa Cattolica
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook