18:51 25 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
629
Seguici su

Il ministro degli Esteri, esponente del maggiore partito dell'alleanza di governo, ha affermato che i cittadini non sono responsabili per l'aumento dei contagi e ha criticato alcune inefficienze nella gestione dell'epidemia di COVID-19-

"Le cose da migliorare vanno corrette quanto prima e il governo sta agendo in maniera sinergica". Lo ha scritto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un post pubblicato su Facebook sull'emergenza sanitaria in Italia e nel mondo. "È un diritto di chi paga le tasse - ha aggiunto - ricevere risposte dallo Stato in un momento di difficoltà". 

Il capo della Farnesina ha scritto che ’Italia sta reagendo con tutte le sue forze, ognuno di noi sta dando il massimo", ma ci sono alcune cose che non vanno.

"Penso ai drive in - specifica -  è  inaccettabile fare 8-10 ore di fila per un tampone e su questo, come su altri aspetti, il governo deve lavorare duramente per dare risposte rapide e concrete ai cittadini, che non hanno colpe".  

Unica via d'uscita la cooperazione

"La gente si fida di noi e abbiamo il dovere di prendere tutte le decisioni utili per preservare il lavoro, le aziende e la vita degli italiani", prosegue, citando il messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ieri ha rivolto un messaggio alla comunità internazionale per esortare alla cooperazione tra gli Stati in questa fase d'emergenza. 

Per Di Maio, quella della cooperazione è l'unica via d'uscita per risolvere l'emergenza sanitaria che si abbatte non solo sull'Italia, ma in tutti i Paesi del mondo, con una recrudescenza sull'Europa, investita dalla nuova ondata con oltre 8 milioni di casi e 256 mila morti. 

La cooperazione è "la direzione da seguire a tutti i livelli, anche in Italia", sottolinea. "Uniti - assicura- ne usciremo anche questa volta".

Tags:
Luigi Di Maio, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook