02:47 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
311
Seguici su

I dati del bollettino mensile dell'Abi, l'associazione bancaria italiana, mostrano un incremento annuo della liquidità sui depositi dell'8%, pari a 125 miliardi: gli italiani hanno in banca 1.682 miliardi, di euro: una cifra pari a poco meno del Pil di fine 2019, di 1.787 miliardi.

Gran parte dell'aumento dei depositi riguarda i conti bancari delle imprese, che accantonano liquidità (+17 contro il +4 delle famiglie) rinviando gli investimenti.

Per le famiglie incide sicuramente la tradizionale tendenza al risparmio degli italiani, ma l'aumento si spiega anche con la riduzione dei consumi, crollati del 27,3% nel secondo trimestre, e con i timori per il futuro.

"Il risparmio non è di per sé negativo, è chiaro che ci sono comportamenti cautelativi che inducono a creare dei buffer di risorse per fare fronte a eventuali criticità. Per questo bisogna ricreare condizioni di certezza e proseguire con le politiche economiche di governi ed Unione europea, perché se la crescita dei depositi a causa dell'incertezza diventa un comportamento strutturale, fa venire meno delle risorse aggregate per l'economia", ha detto Gianfranco Torriero, vice direttore generale dell'Abi. 

"E' quindi importante - ha aggiunto - che la crescita dei depositi si associ a una domanda di finanziamenti soprattutto da parte delle imprese, per effettuare investimenti, fattore cruciale per l'aumento del reddito nazionale".

BEI per l'innovazione tecnologica in campo medico

In materia di investimenti, la Banca Europea degli Investimenti ha recentemente approvato un finanziamento di 15 milioni di euro a favore dell'azienda pisana Medical microinstruments per il lancio sul mercato di un sistema robotico per l'assistenza ai pazienti sottoposti a procedure microchirurgiche.

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook