03:45 04 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Lo sciopero riguarda il trasporto regionale e locale, i treni nazionali e quelli a lunga percorrenza di Italo e Trenitalia.

Il primo grande sciopero nazionale di questo autunno si svolgerà il 23 ottobre e sarà effettuato dai lavoratori dei trasporti locali e regionali, insieme ai treni nazionali a lunga percorrenza di Italo e Trenitalia. I lavoratori del sindacato Cub (Confederazione unitaria di base) hanno proclamato la movimentazione dei lavoratori per garantire la salute e la sicurezza dei passeggeri e del personale viaggiante.

Lo sciopero proclamato dal sindacato Cub chiede, tra le altre cose, la riforma degli ammortizzatori sociali per garantire reddito per periodi lunghi, l'aumento di salari e pensioni, la riduzione degli orari a parità di salario ed investimenti pubblici per ricostruire la sanità pubblica.

"Si avvisa che il sindacato Cub Trasporti ha aderito allo sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private, che coinvolge anche il settore del trasporto ferroviario, dalle 21 del 22 ottobre 2020 alle ore 21 del 23 ottobre. Pertanto, il servizio regionale, suburbano, la lunga percorrenza e il servizio aeroportuale, potranno subire variazioni e/o cancellazioni", questo l'avviso di Trenord ai viaggiatori.

Questo sciopero potrebbe risultare in numerosi disagi per il servizio di trasporto pubblico, anche se sono come sempre presenti le fasce orarie garantite.

  • il mattino dalle 6 alle 9
  • la sera dalle 18 alle 21

"Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto predisposti a seguito di accordi con le organizzazioni sindacali. Poiché in corso di sciopero si potrebbero verificare variazioni non preventivabili, è importante prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d’informazione" ha affermato Trenitalia, in accordo alla comunicazione di Italo.

A Milano città, invece, il blocco potrebbe coinvolgere i mezzi di Atm, con i treni delle quattro linee metropolitane, gli autobus e i tram che si potrebbero fermare.

"L’agitazione del personale viaggiante e di esercizio di superficie è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio”, mentre “per il personale di metropolitana l’agitazione è prevista dalle 18 al termine del servizio" ha informato Atm.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook