02:59 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 00
Seguici su

Aumentano i contagi nel mondo del cinema e della televisione. Sette positivi in Rai starebbero mettendo a rischio sospensione due programmi pomeridiani, secondo quanto rivela Dagospia.

Nuovi contagi mettono a rischio le trasmissioni televisive, secondo quanto trapela dal sito Dagospia. I programmi La Vita in Diretta di Alberto Matano e Oggi è un altro giorno di Serena Bortone potrebbero essere sospesi per un cluster esploso in RAI. 

Sarebbero almeno sette le persone trovate positive al coronavirus tra tecnici e collaboratori dello studio 3 di via Teulada a Roma. La notizia, però, non ha ancora avuto una conferma ufficiale dai piani alti di viale Mazzini. I l cluster mette a rischio i due contenitori pomeridiani, che condividono gli stessi locali. 

“La task force Rai sta cercando di capire se dare il via libera alla messa in onda dei programmi o sospendere le attività dello studio e mettere tutti in quarantena“, si legge nello stesso flash del sito diretto da Roberto D’Agostino. 

A giugno un focolaio si era acceso negli studi RAI di via Saxa Rubra. In seguito alla positivà di 5 operatori, erano stati eseguiti tamponi a tappeto sul persona della struttura. 

I famosi positivi al coronavirus

Sono già diversi i personaggi del piccolo schermo risultati positivi al coronavirus, tra cui Antonio Ricci, il padre di Striscia la notizia, Giulia Golia e Roberta Rei delle Iene. 

Neanche il grande schermo è esente dai contagi. Il famoso regista Gabriele Salvatores non potrà partecipare alla Festa di Roma perché si trova in isolamento. Il direttore cinematografico è risultato positivo al tampone ma è asintomatico. Al festival avrebbe dovuto presentare il ultimo lavoro, il lungometraggio “Fuori era primavera”, prodotto da Indiana Production e Rai Cinema, un film che racconta proprio la storia del lockdown degli italiani in pandemia. 

Tags:
RAI, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook