17:09 24 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
110
Seguici su

L'operazione è avvenuta nell'ambito di numerosi controlli condotti nei giorni scorsi, dai Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (R.A.C.) di Messina con il supporto dell’Arma territoriale, su numerose aziende del comparto avicolo della regione.

Un'operazione di contrasto alla contraffazione condotta in Sicilia dai Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (R.A.C.), ha portato al sequestro di 5.000 uova di un'azienda avicola del ragusano. I militari hanno accertato la falsificazione della scadenza sovrapposta sul prodotto.

Le uova risultano essere i "postdatate". Sugli imballaggi, infatti, è stata apposta una data successiva a quella dell’ispezione. A seguito degli accertamenti è stato disposto il sequestro dell'interno lotto e i titolari dell'azienda sono stati denunciati dai militari per tentata frode in commercio (artt. 56 e 515 c.p.). 

Nell'ambito della stessa operazione, denominata "Gallina precoce", i carabinieri del R.A.C  hanno condotto diversi controlli e ispezioni su tutto il territorio regionale, per verificare la regolarità delle aziende agroalimentari siciliane.

In un precedente controllo effettuato al mercato di Comiso, sempre nel ragusano, condotto dal Nucleo operativo del Corpo forestale regionale e dell’Ispettorato centrale per la qualità e la repressione delle frodi agroalimentare, ha portato all'accertamento di violazioni, per un totale di 12 sanzioni per un valore complessivo di 17 mila euro. 

Tags:
Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook