04:30 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
261
Seguici su

Secondo uno studio dell’Università americana del Nuovo Messico cambiare costantemente l’aria e inserire schermi protettivi davanti ai banchi aiuta a rallentare la diffusione del coronavirus.

La ricerca di un gruppo di fisici americani ha calcolato come ridurre la circolazione del Covid-19 a scuola, proprio all'interno delle classi. Lo studio basa le sue conclusioni sul trasporto di aerosol e gocce di saliva dentro gli ambienti chiusi, che come è noto sono uno dei principali veicoli di trasmissione dell'infezione.

Il modello usato

Attraverso un modello utilizzato per verificare la dinamica delle particelle fluide è stato studiato prima lo spostamento dell’aerosol in una classe con aria condizionata. È emerso che la distribuzione dei fluidi per via aerea in una stanza chiusa con un condizionatore utilizzato per il ricambio non è uniforme, perché l’aria ventilata proviene da un unico punto.

Illustrazione di concetto di allontanamento sociale sulla porta di un'aula presso la Scuola di Simonetta Salacone di Roma, Italia
© REUTERS / Remo Casilli
Illustrazione di concetto di allontanamento sociale sulla porta di un'aula presso la Scuola di Simonetta Salacone di Roma, Italia

Secondo uno degli autori dello studio Khaled Talaat, "le particelle possono essere trasmesse da uno studente ai banchi o ai vestiti di altri studenti, anche se tenuti separati da una distanza di 2,4 metri".  

“La posizione dello studente all'interno dell'aula influisce sulla probabilità di trasmettere particelle ad altri e di riceverle".

Le finestre aperte meglio dei filtri

In base alla ricerca, è stato evidenziato che "quasi il 70% delle particelle esce dal sistema quando le finestre sono aperte". È quindi un metodo più efficace.

"L'aria condizionata rimuove fino al 50% delle particelle rilasciate durante l'espirazione e la conversazione, ma il resto si deposita sulle superfici all'interno della stanza e può rientrare nell'aria", ha aggiunto Talaat.

Correlati:

Coronavirus, Ricciardi: "Più smartworking, chiudere attività non essenziali ma scuole aperte"
Tags:
Coronavirus, Scuola
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook