03:16 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
566
Seguici su

Secondo il ministero della Salute, interpellato da La Stampa, i mercatini potranno continuare a svolgersi osservando le misure contenute nel nuovo Dpcm. Ma non per tutti sarà facile rispettarle. E così Trento e Bolzano potranno dover dire addio ai tradizionali mercatini di Natale.

Sarà un Natale senza i tradizionali mercatini? È quello che si stanno chiedendo in molti dopo la pubblicazione dell’ultimo Dpcm. Il testo del provvedimento stabilisce il divieto di organizzare “sagre e fiere di comunità”, mentre permette lo svolgimento di “manifestazioni fieristiche di carattere nazionale ed internazionale, previa adozione di Protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico”.

Una frase che aveva gettato nel panico molti espositori, che si stavano preparando al periodo natalizio. Il ministero della Salute, interpellato dal quotidiano La Stampa, ha chiarito come i mercatini non rientrino nella categoria delle “sagre e fiere di comunità”. Il loro svolgimento, quindi, è consentito nei termini previsti dal Dpcm. Ovvero, “secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro”.

Ma non tutti riusciranno a rispettare le condizioni imposte dal decreto. E così tra i primi effetti del provvedimento c’è stato quello di cancellare uno degli eventi più caratteristici del Trentino Alto-Adige. Il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, citato dall’Ansa, ha annunciato che la 27esima edizione del mercatino di Natale della città potrebbe essere annullata. O, nella migliore delle ipotesi, ridimensionata e svolta in “altre forme”. “Che non ci possano essere i mercatini come è stato negli anni scorsi mi pare ovvio – ha fatto sapere il primo cittadino - al momento ci sembra improbabile che si possano tenere".

Va nella stessa direzione anche il sindaco di Bolzano, Renzo Caramaschi, che, secondo quanto riferisce la stessa agenzia di stampa, starebbe valutando “un eventuale programma alternativo” che consenta “il pieno rispetto delle misure anti-Covid”.

Tra le difficoltà c’è quella di far osservare il divieto di consumare in piedi di cibi e bevande, una delle caratteristiche tipiche di questi mercati, assieme al mantenimento della distanza di un metro e del controllo degli ingressi fino ad un numero massimo consentito.

La decisione finale, con tutta probabilità, arriverà la prossima settimana, quando il governatore Arno Kompatscher, il primo cittadino Caramaschi, e le associazioni di categoria si incontreranno per discutere la questione.

Di certo l’annullamento dei mercatini costituirebbe un danno non da poco per l’economia della regione a statuto speciale, visto che ogni anno questo tipo di evento attrae migliaia di turisti. Il business dei mercati natalizi in tutta la Penisola, secondo i dati pubblicati da La Stampa, che cita le stime dell’agenzia JFC, vale da solo 798 milioni di euro di fatturato. Una cifra che sale a 2 miliardi di euro se si considerano tutti i mercatini che ogni anno si svolgono nel nostro Paese.

La questione della sicurezza durante questo tipo di manifestazioni era tornata alla ribalta anche nella Capitale già a partire dalla scorsa estate, con lo scontro tra amministrazione comunale e operatori del mercato di Porta Portese, per stabilire a chi toccava garantire i protocolli anti-contagio.

Si tratta di uno dei più famosi mercati d’Italia, sempre affollatissimo anche in tempo di pandemia. Tanto che ieri, il presidente dell’Associazione nazionale presidi di Roma e del Lazio, Mario Rusconi, lo ha definito un “mercato pro-Covid”. “Già alle 8 del mattino – ha denunciato all’Adnkronos - non c'era distanziamento tra i banchi, i camioncini stazionavano dall'altro lato della strada nonostante le delibere del dodicesimo municipio, e ci sono centinaia di abusivi senza mascherina”. 

Correlati:

Conte annuncia le nuove misure: vogliamo fermare il dilagare del contagio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook