03:44 28 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
111
Seguici su

Il ministro dello Sport spiega agli atleti e alle atlete le nuove misure del Docm, che prevedono alcune limitazioni allo svolgimento degli sport da contatto.

Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora fino all’ultimo ha provato a difendere lo Sport dalle chiusure e lo dice esplicitamente, ma limitazioni ci sono state e così ora spiega attraverso i social network cosa si potrà fare e cosa no, a partire da oggi.

Anzitutto Spadafora spiega che “partite e gare sportive dilettantistiche a livello regionale e nazionale” proseguono.

Tuttavia gli allenamenti di squadre di “livello provinciale, società e associazioni sportive ed enti di promozione proseguiranno gli allenamenti degli sport di squadra ma solo in forma individuale”, ovvero “come le squadre di serie A all’inizio della fase due”.

Quindi Spadafora fa un esempio pratico per spiegare come stanno le cose ora.

“Per fare un esempio: la squadra di una scuola calcio di giovanissimi o pulcini potrà continuare ad allenarsi, ma senza giocare partite.”

L’appello di Spadafora

Le palestre saranno monitorate e sorvegliate speciali per tutta la settimana, ieri lo aveva annunciato il premier Conte durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo Dpcm entrato in vigore oggi.

E così Spadafora fa un appello al mondo dello sport e in particolare si rivolge alle palestre:

“fate attenzione e rispettate al massimo le regole, in palestra come in qualsiasi altro luogo. È un momento davvero critico, non abbiamo ancora vinto la nostra guerra contro il coronavirus.”

E non nasconde la lotta compiuta all’interno del Consiglio dei ministri per difendere lo sport da ulteriori chiusure:

“Ho combattuto per arrivare a questa scelta ma dobbiamo essere tutti consapevoli del momento difficile per il Paese, che ci deve obbligare ad un rispetto rigoroso dei protocolli.”

Il ringraziamento alle regioni

E poi arriva il momento dei ringraziamenti, a Conte ma in particolare alle Regioni che hanno appoggiato il ministro nel suo pressing contro la chiusura delle palestre.

“Ringrazio il presidente Conte, i parlamentari che si sono espressi chiaramente, i presidenti di Regione che col loro coordinatore Bonaccini hanno rivendicato con nettezza la volontà di tenere aperte palestre, piscine e centri sportivi con i loro rigorosi protocolli e in tutta sicurezza.”

Correlati:

Spadafora: "Dato l'ok alla ripresa degli sport di contatto"
Eventi sportivi, Spadafora autorizza mille spettatori a competizioni all’aperto
Coronavirus, Spadafora: "Cristiano Ronaldo ha violato il protocollo anti-Covid"
Tags:
Sport, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook