12:41 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
215
Seguici su

Sarà il vicepresidente e assessore alla Cultura e al Commercio, Nino Spirlì, 58 anni, a guidare la regione in attesa che si torni alle urne, come previsto dalla Costituzione.

“L'approvazione della mozione di sfiducia nei confronti del Presidente della Giunta eletto a suffragio universale e diretto, nonché la rimozione, l'impedimento permanente, la morte o le dimissioni volontarie dello stesso comportano le dimissioni della Giunta e lo scioglimento del Consiglio”, recita il terzo comma dell’articolo 126.

Nell’immediato, il regolamento interno del Consiglio regionale della Calabria prevede che sia l’assemblea, convocata entro 10 giorni, a prendere atto della morte del Presidente della Giunta con apposita delibera, per poi procedere a nuove elezioni entro 60 giorni. In questo periodo di tempo, la giunta rimarrà in carica per l’amministrazione ordinaria, guidata da Spirlì.

“Con Jole perdo un'amica fraterna, una parte della mia famiglia, una meravigliosa complice di tanti progetti, di tanti sogni per questa nostra Calabria. Sogni che condividevamo fin dal primo giorno della nostra amicizia. Perdo il presidente della Regione che ho sempre desiderato. La Calabria perde un grande governatore. Mi auguro che, oggi tutti i calabresi siano uniti in questo immenso dolore. È morta una guerriera, una politica che ha fatto della tutela dei diritti delle donne una bandiera e che non si è mai piegata a strapoteri di alcun genere. Noi, per quanto nelle nostre possibilità, lavoreremo senza sosta per portare a termine il progetto politico di Jole. Non sarà facile, senza di lei. Non saranno giorni semplici quelli che ci vengono incontro, ma faremo di tutto per non disperdere il suo patrimonio umano, politico e amministrativo”, ha dichiarato oggi il vicepresidente.

Il vicepresidente della Regione Calabria Nino Spirlì
Il vicepresidente della Regione Calabria Nino Spirlì
La scomparsa di Jole Santelli

La 51enne Jole Santelli è deceduta nella notte tra il 14 e il 15 ottobre nella propria abitazione a Cosenza. Nella mattinata odierna, il suo corpo senza vita è stato rinvenuto da un collaboratore.

La governatrice della Regione Calabria, eletta nello scorso mese di gennaio a capo di una coalizione di centrodestra, soffriva da tempo di cancro.

La guida della Regione Calabria passa ora al suo esuberante vicepresidente, il leghista Antonio Spirlì, detto Nino. L’assessore alle Pari opportunità, 58 anni e omosessuale dichiarato e sovranista, con un passato come autore TV, era salito recentemente agli onori della cronaca per una sua uscita pubblica contro il politicamente corretto.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook