03:08 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Le indagini a carico dell'ex poliziotto infedele, che con il suo provvidenziale intervento riuscì a garantire la fuga del giovane boss della cosca Grasso, sono andate avanti per circa un anno e si sono concluse quest'oggi con il suo arresto.

I Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno fatto scattare le manette nei confrotni di G.C., 45enne ex sovrintendente della Polizia di Stato, in servizio fino al mese di agosto 2020 nel posto di Polizia di Frontiera marittima nell'area portuale di Gioia Tauro. Lo riferisce il Corriere della Calabria

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip su richiesta della Dda reggina in ragione di quanto accaduto la notte del 9 luglio 2018, quando la Dda del procuratore Bombardieri aveva emesso un fermo di indiziato di delitto a carico di 38 soggetti appartenenti o vicini alle cosche Cacciola e Grasso, radicate nella Piana di Gioia Tauro.

In quell'occasione, sette dei destinatari della misura cautelari, tutti indiziati per reati di associazione di tipo mafioso o associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, tra cui figurava anche il giovane boss della cosca Grasso, riuscirono a sottrarsi all'arresto dopo essere stati avvertiti dell'imminente blitz dell'Arma dei Carabinieri.

Le indagini che seguirono, andate avanti dal luglio 2018 al marzo 2019, furono portate avanti dai militari del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro e consentirono di assicurare alla giustizia tutti i fuggitivi e di accertare che la notte della loro fuga questi erano stati avvertiti telefonicamente da un militare della Polizia di Stato, che, dopo numerosi accertamenti, è stato identificato come G.C., originario della provincia di Reggio Calabria ma residente in Sicilia.

Alla fine del mese di settembre la Squadra mobile di Reggio Calabria aveva assestato un importante colpo alla 'Ndrangheta, in un'operazione che aveva portato all'arresto di 9 persone, esponenti o prestanomi di una cosca legata alla potente cosca Alvaro.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook