05:07 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Il sindaco di Sorrento con un'ordinanza ha decretato la chiusura immediata di parchi e centri anziani e la sospensione delle attività sportive non agonistiche.

I contagi aumentano in tutte le regioni e i sindaci iniziano a prendere provvedimenti per limitare la diffusione del virus nei centri urbani ed evitare l'imposizione di zone rosse. A Sorrento, sulla costiera amalfitana, il sindaco Massimo Coppola ha firmato un'ordinanza comunale con alcune restrizioni e annunciato la formazione di una unità di crisi per far fronte all'emergenza sanitaria. 

Il decreto del primo cittadino adottato con effetto immediato "in conseguenza dell'aumento dei contagi da coronavirus" prevede la sospensione di tutte le attività sportive non agonistiche ospitate in strutture pubbliche e chiusura di parchi e parchi giochi, centri per anziani, oratori. Viene disposta anche la chiusura del mercato cittadino del martedì. 

"Si tratta di misure necessarie per rispettare le normative sanitarie, la salute dei sorrentini viene al primo posto!", afferma Coppola.

I provvedimenti sono stati adottati in accordo con le altre amministrazioni della penisola sorrentina, spiega il neo sindaco di Sorrento, che annuncia anche la formazione di un'unità di crisi.

“Al primo posto in questo momento c’è l’emergenza sanitaria e le fasce deboli che hanno bisogno di aiuto, a giorni faremo un’Unità di Crisi, sarà composta da esperti di vari settori per affrontare al meglio la problematica con un supporto qualificato”, dice Coppola a Positanonews. 

Restano aperte le scuole "ma sono stati presi altri provvedimenti per limitare al massimo il contagio", prosegue il sindaco neoeletto. 

Nei giorni scorsi era stata annunciata l'intenzione di adottare restrizioni, in seguito alla scoperta di due casi di positività sul territorio comunale, per assicurare il proseguimento delle attività scolastiche. 

"Tutti sindaci, anzitutto, ribadiscono l’impegno profuso negli ultimi mesi per garantire il rispetto dei protocolli di sicurezza nell’ambito delle strutture scolastiche di competenza comunale. Infatti, ovunque, sono stati intrapresi interventi per garantire spazi adeguati alla popolazione scolastica o con lavori o mediante il reperimento di aule aggiuntive. Tutto ciò in quanto la scuola è universalmente considerata uno dei luoghi fondativi dell’identità personale e collettiva", si legge in un comunicato del Comune di Sorrento pubblicato su Facebook.

"Ad oggi l’evoluzione nei casi di contagio presenti sui nostri territori - procede la nota - sta creando una legittima apprensione tra i cittadini ed un'altrettanto legittima aspettativa di misure idonee da parte dei poteri pubblici. In questa fase abbiamo deciso di adottare misure collaterali atte a limitare assembramenti nei luoghi pubblici. Pertanto, i sindaci si impegnano ad emanare un’ordinanza di sospensione per tutte le attività sportive non agonistiche che si tengono in strutture di competenza comunale. Inoltre - si legge - sono sospesi gli accessi ai parchi giochi, ai parchi pubblici comunali nonché ai centri anziani, anche i mercati rionali sono da considerarsi sospesi a partire dalla prossima settimana".
Tags:
Campania, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook