12:59 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Di
221
Seguici su

Il Pd e Fratelli d'Italia sono i partiti che crescono di più nell'ultima settimana stando alle rilevazioni settimanali di Index Research per la trasmissione di La7, Piazzapulita. Boom del partito di Giorgia Meloni che supera il Movimento 5 Stelle e ottiene la fiducia del 16,3 per cento degli intervistati.

La Lega resta il primo partito italiano ma a crescere in modo significativo sono il Pd e Fratelli d’Italia. È questo lo scenario politico fotografato dall’ultimo sondaggio di Index Research per Piazzapulita, la trasmissione di La7 condotta dal giornalista Corrado Formigli.

Il partito di Matteo Salvini, scrive Il Giornale commentando la stessa rilevazione, cresce soltanto di O,2 punti e si attesta al 24,2 per cento. Il Pd, invece, è la formazione che ottiene più consensi guadagnando tre decimi di punto rispetto alla scorsa settimana. I Dem si piazzano al secondo posto dopo la Lega, con il 20,8 per cento delle preferenze.  

Segue la classifica il movimento di Giorgia Meloni. Fratelli d’Italia, che è cresciuto quasi ovunque alle ultime elezioni amministrative, continua la sua scalata superando il Movimento 5 Stelle. Il 16,3 per cento degli intervistati si dice pronto a sceglierlo se si votasse domani. È un risultato clamoroso se confrontato con quello ottenuto dallo stesso partito alle elezioni europee del 2019 e alle politiche del 2018, quando si attestò su numeri ben inferiori al 10 per cento.

Cresce dello 0,1 anche Forza Italia che arriva al 6,2 per cento. Resta stabile all’1,4 per cento, invece, il partito del governatore della Liguria, Giovanni Toti, “Cambiamo!”. La coalizione di centrodestra vale così il 48,1 per cento dei consensi, mentre quella di centrosinistra si ferma al 43.

Non solo. La leader di Fratelli d'Italia, sempre secondo la rilevazione settimanale di Index Research, sarebbe la più gradita agli italiani dopo il premier Giuseppe Conte. Matteo Salvini si piazza subito dopo, seguito da Nicola Zingaretti e Silvio Berlusconi. Maglia nera, invece, per Luigi Di Maio e Matteo Renzi, che devono accontentarsi delle briciole.

Il trend dei pentastellati è di segno nettamente opposto. Non si ferma l’emorragia di consensi per i grillini, meno che mai dopo i dissidi interni che in queste settimane stanno spaccando il partito: se si andasse al voto oggi otterrebbero il 15,8 per cento. La Sinistra e Azione dell’ex ministro Carlo Calenda, si attestano rispettivamente al 3,5 e al 3 per cento. Pessimo, invece, il risultato della formazione guidata dall’ex premier Matteo Renzi: Italia Viva non supera neppure la soglia del 3 per cento ed è relegata in fondo alla classifica con i partiti minori. Infine, sono ancora tantissimi gli indecisi: ben il 38,8 per cento degli italiani.

Correlati:

Sondaggio elettorale, Fratelli d’Italia sorpassa il Movimento 5 Stelle
Sondaggi politici, sprofonda il M5S dietro Fratelli d'Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook