11:55 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Contro il codice della strada che prevede "multe a strascico", arriva la proposta del deputato di Forza Italia Simone Baldelli, secondo il quale la normativa vede nei cittadini dei bancomat da prosciugare.

Il deputato di Forza Italia Simone Baldelli ritiene che le ultime modifiche al codice della strada fanno diventare l’italiano una sorta di “bancomat” da cui tirare fuori carta moneta, o meglio moneta elettronica all’occorrenza, per rimpinguare le casse dei Comuni che il governo centrale non può riempire.

Le multe facili e gli autovelox anche in città dove prima non erano previsti dal codice della strada non hanno destato molto clamore in questo periodo di pandemia, ma il deputato Baldelli ha deciso di farsi portavoce di una scelta del governo che potrebbe tramutarsi in disagio sociale.

Ecco perché ha presentato la sua proposta di modifica della legge per ristabilire equità.

“Il dl (decreto semplificazioni, ndr) avrebbe dovuto semplificare la vita dei cittadini. In realtà, con queste norme, che sono state contestate anche dal presidente della Repubblica, si è semplificata la vita ai comuni che vogliono far cassa”, ha detto il deputato di FI intervistato da Fanpage.

Multe a raffica

Tutti potranno fare le multe per divieto di sosta. Non solo gli ausiliari del traffico e della sosta, ma anche i dipendenti delle società dei trasporti e addirittura gli operatori ecologici potranno elevare multe.

“Tutto questo non migliora la vita dei cittadini e li mette sotto schiaffo e permette a chiunque voglia di fare multe a strascico, senza preavviso di notifica”, ha raccontato a Fanpage.

“I cittadini che hanno la macchina, il motorino, la moto, non sono dei bancomat”, ha concluso.

Correlati:

Da oggi libera circolazione per i monopattini elettrici (nel rispetto del Codice della Strada)
No alle bici in contromano. Conftrasporto dichiara battaglia al nuovo codice della Strada
Novità per il codice della strada: ci saranno autovelox anche in città
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook