13:37 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
5140
Seguici su

Il magistrato Luca Palamara è stato espulso dalla magistratura. Il Csm ha deciso di infliggere all'ex consigliere del Csm il massimo della pena per la gravità "inaudita" della condotta.

Il Consiglio superiore della magistratura (Csm) infligge il massimo della pena al magistrato Luca Palamara e lo espelle dalla magistratura.

La ‘rimozione’ è il massimo previsto dalla giustizia disciplinare del Csm che si è espresso con questa decisione dopo tre ore di camera di consiglio venerdì 9 ottobre.

La difesa dell’ex magistrato Palamara aveva chiesto al Csm l’assoluzione o al massimo due anni di sospensione in attesa del processo di Perugia, e invece l’ex presidente dell’Anm è stato espulso definitivamente dalla magistratura italiana.

Il Csm ha considerato la condotta del magistrato Palamara “di una gravità inaudita”.

L’ex consigliere del Csm è finito al centro di una inchiesta definita delle “correnti” della magistratura in cui si decidevano le nomine dei procuratori della Repubblica e di altre cariche nella magistratura, a danno della competenza.

La sua incriminazione e lo scandalo che nel 2018 e 2019 ha sommerso anche il Csm, hanno portato il governo a studiare una riforma del Csm e delle carriere nella magistratura per evitare in futuro la spartizione delle poltrone.

Correlati:

Salvini sul caso Open Arms: In tribunale spero non trovare un amante di Palamara
Chiesto il rinvio a giudizio per Palamara
Per Palamara richiesto il massimo della sanzione: l'espulsione dalla magistratura
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook