23:50 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
105
Seguici su

Il nuovo Dpcm potrebbe slittare di una settimana con la proroga di sette giorni delle attuali misure, per approvare il rinnovo dello stato d'emergenza al 31 gennaio. Mascherine obbligatorie da subito.

Il prossimo Dpcm potrebbe introdurre l'obbligo di tamponi per chi rientra o ha transitato da Regno Unito, Olanda, Belgio e Repubblica Ceca. L'attuale lista dei Paesi per cui è già stato previsto il test molecolare antigenico comprende: Spagna, Malta, Grecia, Croazia e alcune aree della Francia, inclusa Parigi. Il governo, però, potrebbe far slittare di una settimana l'entrata in vigore del nuovo Dpcm, prorogando l'attuale, secondo quanto riferisce La Repubblica, che cita fonti interne. 

E' infatti necessario rinnovare lo stato d'emergenza, in scadenza il 15 ottobre, per dare vigore di legge al decreto del presidente del Consiglio emanato in data odierna della durata di 30 giorni. Il governo quindi potrebbe valutare di procedere prioritariamente con il rinnovo dello stato d'emergenza per dare legittimità al nuovo dpcm e prorogare le regole dell'attuale decreto per altri sette giorni, spiega Repubblica. 

Resta salvo l'obbligo di mascherina che entrerebbe immediatamente in vigore con multe da 400 a 1000 euro per i trasgressori. La sanzione massima iniziale di 3.000 euro, prevista a marzo, da fine maggio è stata ridotta e tale riduzione dovrebbe essere mantenuta nel provvedimento. L'obbligo prevede l'utilizzo continuato della mascherina all'aperto e al chiuso, a qualsiasi ora del giorno. Sono previste eccezioni quando si è in auto da soli o assieme a congiunti, quando si fa attività motoria mantenendo un distanziamento di due metri, in moto o in bicicletta. Multe anche per i locali che non fanno rispettare l'obbligo che rischiano anche la sospensione dell'attività da 5 a 30 giorni. 

Il Consiglio dei Ministri si riunirà oggi alle undici per la proroga dello stato d'emergenza, dopo che ieri alla camera è venuto a mancare il numero legale per la votazione della risoluzione di maggioranza sulle comunicazioni del ministro Roberto Speranza relative alla situazione sanitaria internazionale e dell'Italia, a causa dell'assenza per covid di alcuni deputati.

Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook