12:36 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
4110
Seguici su

L'infettivologo Massimo Galli, dell'ospedale Sacco-università Statale di Milano, ha commentato il nuovo aumento di casi che si sta registrando nel Paese durante l'evento 'Fisi 100 Celebration' e invita la popolazione a impegnarsi per non peggiorare la condizione di diffusione del virus.

In occasione dell'evento 'Fisi 100 Celebration', promosso dalla Federazione italiana sport invernali oggi all'Hangar Bicocca di Milano per celebrare il suo centenario, Galli commenta le prospettive sulla prossima stagione invernale. 

Il Natale in famiglia potrebbe essere a rischio se non verranno rispettate le norme di distanziamento sociale e l'obbligo di indossare la mascherina.

"Purtroppo ci siamo giocati male l'estate. Non così male come gli altri Paesi intorno a noi, però male. Arrivare bene all'inverno e alle festività dipende da noi", ammonisce Galli.

Il comparto del turismo invernale, nell'ultima stagione piena 2018-19 secondo i dati di CNA aveva generato un giro d'affari di 57 miliardi di euro.

Nella cornice dell'evento a cui hanno preso parte gli atleti delle nazionali italiane degli sport invernali, Galli ha elaborato anche una previsione - non ottimista - sulla prossima stagione sciistica. 

"Dobbiamo impegnarci tutti molto perché venga arrestata di nuovo la diffusione di questa infezione. Insieme a tanti altri risultati, dobbiamo pensare di portare a casa anche questo. Perché se a dicembre non si potranno usare gli impianti di risalita vorrà dire che saremo nei guai per molte altre restrizioni, anche più significative" spiega l'infettivologo.

Covid in Italia

Secondo gli ultimi dati pubblicati dal Ministero della Salute il totale di contagi in Italia dall'inizio della pandemia è arrivato a 330.263 con un'aumento giornaliero di 2.677 unità. Oggi sono stati registrati 28 decessi e 1.418 guarigioni, mentre il numero totale di attualmente positivi giunge a 60.134.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook