15:00 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

In un'intervista rilasciata a Il Messaggero il Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha illustrato il piano del governo per contrastare il nuovo aumento dei contagi in Italia, maggiormente concentrati all'interno delle famiglie.

Test rapidi e permessi per i genitori, queste le soluzioni proposte dal Ministro Elena Bonetti per contrastare la diffusione del Covid in questa seconda ondata. In un'intervista a Il Messaggero il Ministro ha illustrato il nuovo piano del governo per riuscire ad aiutare le famiglie durante questa fase di convivenza col virus.

"In quest'ultima fase della pandemia si stanno sviluppando contagi per lo più in ambito familiare. Ne siamo consapevoli. Però il sistema di precauzioni sui posti di lavoro e nei luoghi di comunità così come quello di tracciamento stanno mantenendo numeri controllati. Certo, sappiamo che oggi più che mai che le famiglie vanno supportate" ha affermato il Ministro Bonetti.

Bonetti ha affermato che sono già state messe in campo ulteriori misure che ricalcano iniziative prese durante il lockdown ma che è necessario fare il possibile per mantenere il vantaggio rispetto allo sviluppo della pandemia in altri Paesi europei, con l'obiettivo di evitare un nuovo lockdown.

Misure pro-famiglia

"Innanzitutto è stato fondamentale reintrodurre per i genitori misure di tutela del lavoro che avevamo adottato durante il lockdown. I genitori di studenti obbligati alla quarantena possono lavorare in smartworking e hanno diritto ad un congedo pagato al 50% della propria retribuzione giornaliera" afferma Bonetti.

​"Sul piano del contrasto alla pandemia un grosso aiuto arriverebbe alle famiglie dalla diffusione dei test rapidi che devono essere usati su scala nazionale. È ovvio che di fronte a un bambino raffreddato sapere in poco tempo se si tratta di influenza o meno è decisivo. Così come un grosso passo avanti arriverà dalla distribuzione capillare dei vaccini anti-influenzali alla quale il governo e le Regioni stanno provvedendo" continua Bonetti.

Obiettivo far decollare le misure del Family Act

In questo momento secondo il Ministro Bonetti l'obiettivo per un aiuto concreto alle famiglie è quello di far entrare in vigore la legge delega del Family Act, che è stata approvata a luglio e dovrebbe iniziare ad essere operativa dal 2021.

"La legge delega prevede una rivoluzione fiscale per chi ha figli: un assegno unico e universale che assorbirà tutti i sussidi attuali. Proprio nel quadro del Family Act punteremo a favorire la costruzione di spazi integrati nei quali le madri potranno fare smartworking o altre attività mentre i figli potrebbero seguire attività educative. L'idea è quella di incentivare i Comuni a progettare aree adeguate alle nuove esigenze familiari. L'obiettivo è passare dallo smartworking allo smartliving" ha concluso l'intervista Bonetti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook