15:06 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
102
Seguici su

L'ondata di maltempo che ha flagellato il Nord Italia lascia un bilancio durissimo. Colpite in particolare le attività agricole e zootecniche.

Capi di bestiame affogati per via delle esondazioni dei corsi d'acqua, mucche bloccate negli alpeggi, interi raccolti di castagne distrutti, serre divelte, verdure e ortaggi sepolti dal fango, strade rurali impraticabili a causa delle frane: questi sono i danni provocati dal maltempo segnalati da Coldiretti, che considera i fenomeni metereologici estremi di questo fine settimana come la conseguenza dei cambiamenti climatici e la tendenza alla tropicalizzazione del clima italiano. 

I danni stimati all'agricoltura e alle attività zootecniche, secondo l'associazione degli agricoltori, ammontano a circa 300 milioni di euro e riguarderebbero anche le strutture e le macchine per la produzione agricola. 

Coldiretti segnala un intero gregge di pecore e capre travolto e ucciso dall'esondazione del torrente Toce in Valle Andasca, Piemonte. Salvi per miracolo i pastori, che sono riusciti a mettersi al sicuro assieme ad alcuni cani e un'asina, mentre in Val Sesia un allevatore e la sua mandria sono rimasti bloccati in un alpeggio a causa di alcune frane provocate dalla pioggia. Altri danni sono stati registrati in Val d'Aosta, dove è andato distrutto il 70% del raccolto di castagne, mentre la tempesta ha spazzato via alveari, sommerso allevamenti di pollame, devastato campi, orti e serre a Hone. 

Flagellate dal maltempo anche Liguria e Lombardia, dove sono state danneggiate le risaie del triangolo d’oro tra Vercelli, Novara e Pavia, che fornisce l'80% del riso italiano, proprio alla vigilia del raccolto. L'inondazione del Roja in Liguria ha distrutto canali per l’irrigazione, ponti e i tradizionali muretti a secco liguri, in Val Nervia devastate le coltivazioni del Fagiolo di Pigna e della lavanda e a Savona l'olivicoltura ha subito pesanti danni. 

Con la perturbazione di questo fine settimana sale il conto dei danni di questo inizio autunno 2020 segnato 127 eventi estremi tra nubifragi, grandinate, vento forte, tornado, bombe d’acqua secondo l’analisi della Coldiretti su dati dell’European Severe Weather Database (Eswd) dal 21 settembre fino ad ora.

Tags:
maltempo, Italia, Coldiretti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook